Trattamento fitosanitario su Tilia L. e Cercis s.

La squadra comunale dei manutentori del verde, ha effettuato, stamane, un trattamento FITOSANITARIO sulle alberature di tiglio e albero di Giuda presenti in area urbana nei seguenti siti: Villa Comunale, Piazza Castello, via Barletta, Piazza Imbriani, via delle Querce, P.zza S. M. Vetere, via P. della Francesca, Piazza Ruggero Settimo, P.zza Quintino Sella, Zona 167 e Via XXIV Maggio.

I principi attivi sono quelli autorizzati dal Ministero della Sanità e i prodotti commerciali e sono stati utilizzati nelle dosi e alle diluizioni riportate sull’etichetta rispettando le modalità d’uso, di conservazione e di smaltimento, nonché le avvertenze di pericolo riportate sull’etichetta e sulla scheda di sicurezza depositata agli atti del comune.

Comune: definiti gli obiettivi istituzionali 2020-2022

La Gestione Straordinaria ha definito gli obiettivi istituzionali dell’Ente per il triennio 2020-2022, individuati sulla base delle Linee Programmatiche adottate dal Commissario Straordinario con la Deliberazione n.4/2019, nonché delle priorità istituzionali derivanti dall’emergenza Covid-19.

Questi gli obiettivi:

Descrizione

Obiettivo Istituzionale

Descrizione Indicatore

Valore

Iniziale

Target

Peso

1. Diffondere la cultura della legalità democratica nella politica, nella pubblica amministrazione e sul territorio. Promuovere e sostenere la lotta alla corruzione, affermare il valore del principio della trasparenza e favorire la cultura della formazione civile contro le mafie. Sviluppare un adeguato sistema di audit interno. Promuovere la legalità e la trasparenza negli organismi partecipati e nella nomina dei rappresentanti dell’Ente.

1.a) % misure di prevenzione della corruzione attuate

1.b) % dati pubblicati su Amministrazione Traparente

1.C) % di riduzione del contenzioso civile e amministrativo mediante attività di consulenza giuridica preventiva

30%

70%

//

100%

100%

30%

15

2.Informatizzazione degli Uffici e digitalizzazione delle procedure

2.a) Numero di uffici/servizi che beneficiano di nuova informatizzazione

2.b) N.di processi/servizi sottoposti a digitalizzazione completa

//

10%

50%

30%

15

3. Sviluppare politiche sociali, produttive, urbanistiche, di sostegno a famiglie ed imprese per favorire la ripresa post emergenza Covid.

3.a) Ottimizzazione dei tempi di pagamento per cittadini, imprese e fornitori;

3.b) Semplificazione e velocizzazione delle procedure afferenti le attività produttive-(n. giorni di conclusione delle procedure);

3.c) Rilancio zona PIP (n. lotti assegnati attraverso la procedura a sportello)

3.d) Valorizzazione dei tempi di rilascio dei titoli abilitativi( % riduzione tempi)

Giorni 290 circa

n. 30 giorni

//

//

Riduzione dei tempi del 90%

10% riduzione dei tempi mediante informatizzazione delle procedure

+20%

30% rispetto agli anni pregressi

15

4.Risanamento economico/finanziario dell’Ente

4.a) % aumento della riscossione di entrate tributarie proprie

4.b) % razionalizzazione della spesa corrente

 

 

4.c) %aumento delle entrate derivanti dalla gestione/cessione dei cespiti comunali

40%

0 % di accesso al mercato Consip


//

80%

60% di accesso al mercato Consip con fuoriuscita dal regime di ultima istanza

100%

40

5 Miglioramento della qualità della vita e del benessere dei cittadini

5.a) % verde pubblico fruibile

5.b) %eventi culturali

 

 

5.c) % attività commerciali in centro storico

5.d) n. interventi sulle periferie

50%

30% rispetto agli anni pregressi


60%

//

+ 50%

60%

 

 


80%

n. 2

 

15

100

tabella-obiettivi-istituzionali-2020-2022

Tragedia Ferroviaria: nei prossimi giorni assegnazione area cimiteriale per edificazione cappelle funerarie delle vittime

La prossima settimana, comunica il Commissario Straordinario, verrà adottata la deliberazione di individuazione ed attribuzione dell’area cimiteriale sulla quale sorgeranno, come richiesto dai familiari, le 4 Cappelle Funerarie destinate ad accogliere le vittime dell’incidente ferroviario del 12 luglio 2016.

Il Settore competente predisporrà il testo della proposta in tempo utile per la sua adozione , già nei prossimi giorni, da parte del Commissario Tufariello.

“L’avvicinarsi del quarto anniversario della tragedia del 12 luglio – dichiara il Commissario Straordinario, dott. Gaetano Tufariello – ci ha spinto in questi mesi a recuperare tutta la procedura e a fare nostra la richiesta, avanzata da tempo dai familiari delle vittime, per l’assegnazione delle aree cimiteriali necessarie per la realizzazione delle 4 cappelle proposte.

L’accelerazione procedurale dei prossimi giorni sarà dunque un piccolo segno di attenzione verso le vittime ed i loro familiari, e la realizzazione delle cappelle sarà un luogo di ricordo perenne di quel che accadde 4 anni fa”.

Covid-19, Settore 6: disposizioni attività uffici sino al 31 luglio

Il Dirigente del Settore 6 – Programmazione Economica Finanziaria, Tributi, Partecipazioni e Politiche Comunitarie, ha disposto che sino al 31 luglio 2020:

– il Servizio Contabilità e Bilancio assicurerà esclusivamente le attività legate all’istruttoria di impegni, liquidazioni e emissioni mandati di pagamento indifferibili e/o urgenti, dietro specifica attestazione da parte dei dirigenti competenti ratione materiae (prioritariamente pagamento stipendi e servizi di nettezza urbana), nonché quelli strettamente connessi alla gestione dell’emergenza epidemiologica. Restano sospese le attività di ricevimento al pubblico.

– Il Servizio Economato assicurerà le sole attività relative ad approvvigionamento strettamente connessi alla gestione dell’emergenza epidemiologica.
Si assicurerà le attività di ricevimento al pubblico nei soli giorni:
Martedì dalle ore 8,30 alle ore 12,30;
Mercoledì dalle ore 8,30 alle ore 12,30;
Giovedì dalle ore 16,00 alle ore 17,30;
Venerdì dalle ore 8,30 alle ore 12,30;
(Riferimenti telefonici: 0883/290250-253-361-344).
PER URGENZE fissare appuntamento tramite e-mail: f.lupoli@comune.andria.bt.it; m.degiosa@comune.andria.bt.it.

– Il Servizio Tributi esclusivamente le attività legate a scadenze indifferibili e urgenti.
Restano sospese le attività di ricevimento al pubblico.
PER URGENZE fissare appuntamento tramite email: d.denigris@comune.andria.bt.it, a.palmitezza@comune.andria.bt.it.
Per informazioni e assistenza tributi telefonare a 0883/290478 – 0883/290490.
Servizio Affissione 0883/290721 – Impianti pubblicitari 0883/290233
PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE utilizzare l’indirizzi di posta elettronica:
tributi@cert.comune.andria.bt.it; protocollo@cert.comune.andria.bt.it.

“La città che vogliamo!”: lettera aperta del Vescovo Mansi ai cittadini e ai candidati in vista delle elezioni comunali

“Sogniamo una Città viva e accogliente e “plurale”, che sappia guardare al mondo intero e capace di mescolare bellezza, differenze, culture.

Una città socialmente e culturalmente attiva, che riparta dalle scuole e dalle agenzie educative come baluardi di istruzione, cultura e coscienza civica.

Una Città in cui i servizi alla persona siano potenziati e prioritari, piuttosto che essere deprivati delle risorse necessarie, per essere al fianco soprattutto dei più deboli e degli esclusi.

Sogniamo una città pulita, in cui sia incentivato l’uso dei trasporti pubblici e una viabilità sostenibile.

Una Città che implementi innovazioni e guardi al futuro.

Una Città in cui i cittadini mettano in atto comportamenti di rispetto e di amorevole cura per la “casa comune”; il cui patrimonio artistico venga valorizzato, piuttosto che divenire preda dei vandali; il cui agro splenda per la bellezza delle colture, piuttosto che diventare discarica a cielo aperto.

Sogniamo una città la cui l’economia non porti a bilancio alcuna voce che abbia a che fare con affari criminosi, dove regni l’ordine e sia promossa la legalità.

Una città in cui le Istituzioni, l’amministrazione e i cittadini contrastino con responsabilità e fermezza ogni forma di criminalità, malvivenza e ingiustizia.

Se ci è lecito sognare questa città è giusto dirci anche che sogniamo cittadini, mai stanchi della politica, che prima di tutto abbiano a cuore la propria città come se fosse la loro stessa persona e per questo se ne prendono cura in maniera responsabile e attenta; che sappiano passare dal: “chi se ne importa” al “mi interessa, mi sta a cuore”.

Cittadini, quindi, che anche in vista delle prossime elezioni al posto di dire: “non serve a nulla votare” o “tanto sono tutti uguali”, abbiano ancora la convinzione che il voto è insieme un diritto e un dovere del cittadino, un prezioso esercizio di cittadinanza responsabile.

Inoltre auspichiamo che ciascuno si dia da fare, con tutti i mezzi, per conoscere i candidati per ciò che sono realmente e non per ciò che travestono durante la campagna elettorale.

Sogniamo cittadini che in vista delle elezioni sappiano discernere su questioni precise, non accontentandosi delle solite risposte preconfezionate da parte dei loro rappresentanti, magari frutto di promesse aleatorie.

Le sole intenzioni non sono sufficienti per chiedere voti: servono programmi precisi, con priorità dettate dal buon senso che non escludano nessuno; ai programmi devono seguire poi progettazioni precise, con scadenze fattibili e rendicontabili, al fine di raggiungere risultati tangibili. Il tutto per la crescita della città e di chi la abita.

Sogniamo cittadini che ripudino e denuncino la politica retta da favori personali, quella che: “se mi porti 50 voti io ti prometto che ti faccio ottenere quel permesso che tanto aspetti” o che “se ti candidi nella mia lista, ti prometto che ti affido quell’incarico e magari ti sistemo pure tuo figlio”.

Tale politica è immorale e costituisce il principio della corruzione. Per questo, sogniamo cittadini incorruttibili, che sappiano distinguere il bene comune dall’interesse particolare, che siano consapevoli che il favore personale ottenuto è la causa della decadenza collettiva.

Cittadini che abbiano a cuore, quindi, la propria crescita ma anche quella di tutta la comunità.

Sogniamo cittadini che alle lamentele preferiscano mettersi in discussione, passando dall’atteggiamento sterile del “puntare il dito contro” a quello più fecondo del chiedersi “cosa posso fare io?”.

Certamente allora, i cittadini che sogniamo si informano, indagano sui candidati sindaci e consiglieri, studiano i loro programmi politici, pretendono proposte giuste, concrete e ben ponderate e giungono in cabina elettorale con piena scienza e coscienza per esercitare il loro dovere civico di voto personale ed eguale, libero e segreto.

Senza interesse di parte.

Per sognare questa Città il passaggio elettorale che ci apprestiamo a vivere è fondamentale, a partire dalla ricerca di una rappresentanza onesta e responsabile.

In questo facciamo appello anzitutto a chi ha già deciso di candidarsi in qualche lista come sindaco o consigliere comunale.

Ma ci rivolgiamo anche a tutti quei cittadini onesti che hanno voglia di costruire la città e hanno bisogno di sentirsi sostenuti nella loro volontà

Sogniamo rappresentanti, dunque, che siano anzitutto competenti rispetto ai problemi della città e alle soluzioni più giuste da adottare.

Una competenza che passi da un bagaglio di conoscenze già acquisito attraverso percorsi di studio e di impegno politico e sociale, ma che comporti anche capacità di analisi e di approfondimento delle singole questioni.

La buona politica richiede il possesso di strumenti che aiutino ad affrontare la complessità delle problematiche e la ricerca di soluzioni efficaci, soprattutto in un mondo dove tutto è connesso.

Accanto alla competenza, sogniamo rappresentanti che posseggano nel loro bagaglio una portata morale di alto livello.

Rappresentati che non portino addosso l’ombra di qualche tipo di problema con la legge, né legami con il malaffare.

Rappresentanti che abbiano personalità forti, capaci di un rapporto equilibrato con il potere, capaci di stare con coraggio nell’agone politico sapendo trovare nel dialogo con i diversi interlocutori le soluzioni più giuste per la città e non per le singole parti.

Rappresentanti che sappiano vivere con libertà il rapporto con i loro elettori, allontanandosi da promesse fatue, da favori e da compensi di qualsiasi genere pur di ottenere voti e sostegno elettorale.

A coloro che sono chiamati a comporre le diverse liste elettorali diciamo che: sogniamo rappresentanti che non vadano a riempire caselle vuote al fine di raccogliere una manciata di voti, ma persone appassionate delle singole persone e della città.

Sogniamo tutto questo per la nostra amata Andria. Tuttavia, “se si sogna da soli, è solo un sogno. Se si sogna insieme, è la realtà che comincia”.

Cominciamo allora a costruire la città che vogliamo, insieme!”

+Luigi Mansi, Vescovo di Andria

Tragedia ferroviaria: S. Messa l’11 luglio

A quattro anni dal 12 luglio del 2016 in cui due convogli della ferrovia Bari Nord, impattarono l’uno contro l’altro, provocando 23 morti e 50 feriti, il Vescovo, Luigi Mansi, ricorda la tragedia con queste parole: “I momenti di dolore, quando si celebra una ricorrenza, diventano momenti in cui dirci una parola di conforto, di coraggio e di speranza.

Abbiamo bisogno di solidarietà, abbiamo bisogno di relazioni umane vere. Viviamo in un mondo in cui è facile vivere insieme, ma nello stesso tempo isolati. Viviamo insieme, ma spesso, nell’indifferenza.

Quante sofferenze nella vita di ciascuno, nelle nostre case. Siamo tutti bisognosi.

Siamo tutti bisognosi perché tutti siamo fragili, è la nostra condizione umana.

L’uomo è capace di grandi conquiste, e lo vediamo. La nostra è un’epoca che ha fatto dei grandi progressi.

L’uomo è capace di grandi cose, ma basta pochissimo, basta una malattia, basta una disattenzione, basta un errore, quello che noi chiamiamo incidente, per interrompere il cammino della vita.

“Il tuo Spirito, o Padre, ci guidi nella santità e nella giustizia in tutti i giorni della nostra vita, perché dopo averti servito in questo mondo in comunione con la tua Chiesa, sorretti dalla fede, confortati dalla speranza, uniti nella carità, possiamo giungere insieme con tutti i nostri fratelli e sorelle nella gioia del tuo regno”.

Mons. Mansi, terrà Sabato 11 luglio 2020 alle ore 19:30 presso il cortile dell’Oratorio Salesiano, di Andria una S. Messa per far sentire, alle famiglie colpite dal dolore, la vicinanza dell’intera comunità ecclesiale, dei cittadini di Andria e delle città limitrofe.

OPERAZIONE CAVEAU-COMMENTO TUFARIELLO

ANDRIA – Plauso del Commissario Straordinario del Conune di Andria, dott. Gaetano Tufariello, per i risultati dell’operazione denominata “Caveau” condotta dal personale del Commissariato di P.S. di Andria.

Gli agenti hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal GIP presso il Tribunale di Trani su richiesta della locale Procura della Repubblica che ha dato seguito ad una indagine eseguita dalla Squadra Investigativa del Commissariato di Andria.

” I risultati dell’indagine ed i 9 arresti eseguiti di pregiudicati andriesi hanno così ridotto all’impotenza – commenta il dott. Tufariello – una rete logistica in grado di fornire supporto ed aderenze nei quartieri di Andria, nonché una costante ed intensa attività di spaccio e di approvvigionamento dello stupefacente anche in altri Comuni della provincia BAT.

La cittadinanza dunque ringrazia, per il mio tramite, gli uomini del Commissariato di Andria che quest’oggi, grazie anche alla collaborazione del personale della Squadra Mobile di Bari, con l’ausilio di unità cinofile della Questura di Bari e di equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine della Polizia di Stato, e all’impiego anche di un elicottero del Reparto Volo della Polizia di Bari, hanno dato un duro colpo alla malavita locale”.

“Officina San Domenico”: presentato l’avviso “Luoghi Comuni” per la gestione

Incontro ieri negli spazi dell’Officina San Domenico che il Comune di Andria-Servizio Politiche Giovanili ha candidato all’avviso pubblico regionale “Luoghi Comuni”.

Alla presenza di alcuni giovani interessati all’avviso, il dott. Marco Ranieri dell’assessorato regionale alle Politiche Giovanili, ed il dott. Langella dell’Arti, l’agenzia regionale soggetto attuatore di “Luoghi Comuni”, ne hanno illustrato i dettagli.

Sono stati così esposti, in particolare, gli obiettivi della candidatura del Comune di Andria resa nota sul Bollettino ufficiale della regione Puglia n. 84 dell’11.6.2020, e rivolta alle Organizzazioni Giovanili del Terzo Settore per la co-progettazione e la realizzazione di interventi di innovazione sociale all’interno del Laboratorio Urbano “Officina San Domenico”.

E’ stata così confermata la sua vocazione di centro di aggregazione giovanile con particolare attenzione alle politiche culturali, artistiche, musicali, editoria, volontariato, alla formazione universitaria e post universitaria, di ricerca, alla formazione extra scolastica.

Il termine per le organizzazioni giovanili del Terzo Settore per presentare le loro manifestazioni di interesse è il prossimo 30 settembre, poi l’agenzia Arti selezionerà la proposta migliore e si andrà all’affidamento, con gestione biennale, sostenuta con fondi regionali fino ad un massimo di 40.000 euro nel biennio.

Nel corso dell’Open Day sono stati illustrati gli spazi dell’Officina e la loro destinazione.

E’ emerso poi, con particolare evidenza, la necessità di favorire il più possibile proposte progettuali ampie, convergenti, che aggreghino la gran parte delle associazioni e soggetti attivi del territorio e fare così dell’Officina un polo aperto al contributo di idee, ed operativo, di tutti.

“Luoghi Comuni” prevede dunque di sostenere interventi innovativi e sperimentali, promossi da Organizzazioni giovanili impegnate nel Terzo Settore, capaci di coinvolgere le comunità locali nei processi di riuso e valorizzazione degli spazi pubblici sottoutilizzati; sostenere gruppi di giovani che, attraverso progetti di tutela e valorizzazione del territorio, di inclusione sociale e cittadinanza attiva, vogliano mettersi alla prova, sperimentarsi sul campo, scoprire opportunità e vocazioni professionali partendo dai problemi e dalle opportunità del territorio; favorire la creazione di competenze utili per l’inserimento dei giovani nel mercato del lavoro, in un settore, come quello dell’innovazione sociale, che offre interessanti prospettive di crescita; aumentare il numero di luoghi per la creatività e l’apprendimento dedicati ai giovani pugliesi e ad iniziative di innovazione sociale; riattivare lo spazio pubblico sottoutilizzato.

Castel del Monte riapre al pubblico mercoledì 1° luglio

Mercoledì 1° luglio sarà nuovamente visitabile il sito di Castel del Monte. Le visite si svolgeranno in completa sicurezza e nel pieno rispetto della normativa anti COVID-19 vigente.

Di seguito le modalità di visita ed i nuovi servizi di accoglienza offerti al pubblico. Il maniero federiciano sarà aperto dal lunedì alla domenica dalle ore 10:00 alle ore 18:45 con ultimo ingresso consentito alle ore 18:00. La visita sarà possibile sempre su prenotazione all’indirizzo email casteldelmonte@novaapulia.it.

La visita sarà possibile senza prenotazione in base alla disponibilità dei posti nelle fasce orarie 10 -11 -12 -13 -14 -15 -16 -17-18.

Il numero massimo di ingressi consentito per fascia oraria è di 18 persone e la visita potrà durare massimo 45 minuti.

I costi d’ingresso: Intero 7,00€, ridotto 2,00 € (18-25 anni), riduzioni e gratuità secondo legge.

Info e prenotazioni: Novaapulia: 388.3026000 / casteldelmonte@novaapulia.it, Castel del Monte: tel. +39 0883 569997 / drm-pug.casteldelmonte@beniculturali.it

Per la sicurezza dei visitatori la Direzione regionale Musei Puglia ha stabilito precise modalità di visita in conformità con le disposizioni dettate in materia di sicurezza sanitaria:

– All’ingresso di ogni sito sono stati predisposti in modo visibile tutti i cartelli con le disposizioni emanate dal Ministero della Salute per informare i visitatori sulle modalità di accesso e fruizione: uso obbligatorio di mascherine, pulizia delle mani attraverso appositi distributori di gel disinfettante, distanziamento fisico, ecc.;

– Prima di accedere, il personale in servizio, munito di appositi DPI (mascherina, guanti, visiera), misurerà la temperatura corporea dei visitatori per assicurarsi che non sia superiore ai 37,5° C;

– I visitatori dovranno recarsi ai siti muniti di mascherine e guanti che dovranno essere indossati per tutta la durata della visita;

– Durante la visita si dovrà rispettare il distanziamento fisico di 1 – 2 metri (a seconda della posizione nel sito);

– Allo scopo di rispettare il distanziamento, la visita presso ogni luogo della cultura avverrà tramite ingressi contingentati (nella quantità e nella frequenza) anche mediante prenotazioni, esodi scaglionati, percorsi di visita obbligati e un numero massimo giornaliero di visitatori;

– Lungo i percorsi sono stati disposti dispenser dedicati per la distribuzione di gel disinfettante ed un contenitore, all’uscita, per lo smaltimento di guanti e mascherine;

– Gli ascensori verranno utilizzati una persona per volta con l’obbligo di indossare sempre mascherina e guanti (in caso di persone disabili è consentita la presenza di un accompagnatore sempre munito di mascherina);

– Ove possibile, i luoghi della cultura favoriranno l’utilizzo della modalità di prenotazione e pagamento on line;

– Il personale di turno vigilerà sul rispetto delle normative di sicurezza (contingentamento degli ingressi e degli ambienti comuni, rispetto del distanziamento, ecc.).

1 2 3 4 5 425

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" ne autorizzi il loro utilizzo.

Chiudi

Powered by themekiller.com anime4online.com animextoon.com apk4phone.com tengag.com moviekillers.com