25 maggio: le iniziative della Polizia di Stato per la Giornata Internazionale dedicata ai bambini scomparsi

Ricorre il 25 maggio la Giornata Internazionale dei bambini scomparsi. Il Questore della Bat, Alfredo Fabbrocini, nell’ambito delle iniziative promosse per questa giornata, ha organizzato un incontro pubblico di riflessione su questo tema di grande attualità, attraverso l’arte: domani alle ore 9 al Monumento ai Caduti, nel Parco 4 Novembre ad Andria, gli studenti della scuola primaria e secondaria “Verdi – Cafaro” e del liceo classico “Carlo Troya” metteranno in scena uno spettacolo teatrale.
Per questa giornata, poi, la Polizia di Stato ha divulgato anche un decalogo con alcuni suggerimenti per invitare i minori a riflettere e a chiedere aiuto prima di allontanarsi da casa.

24-05-2024_volantino-scomparsi-2024-fronte-retro

Il Tempo dei Piccoli: dal 29 maggio al 23 giugno torna la festa dell’infanzia guidata dai Maestri Ribelli. Andria Tra le città protagoniste

Andria ospiterà anche quest’anno “Il tempo dei piccoli”, trasformandosi in Città Bambina insieme a Corato, Ruvo e Terlizzi. «Le quattro città si dedicano uno spazio e un tempo bambino, come fosse il laboratorio in cui sperimentare il loro futuro» ha spiegato in conferenza stampa a Bari il direttore artistico di Kuziba Teatro, Bruno Soriato. Dedicata ai Maestri Ribelli”, questa edizione li adotta come guide mettendoli in testa alla grande parata di apertura: Francesco D’Assisi, Danilo Dolci, Lorenzo Milani, Alberto Manzi, Emma Castelnuovo… Dietro il loro esempio: da Bisceglie Il Teatro più piccolo del mondo, da Bologna Il Teatrino viaggiante della Contrabbassa, da Ostuni l’Annina alla guida del Treruotre-Teatro, da Castagnole Monferrato gli Universi Sensibili di Antonio Catalano, e ancora: Brigitte, Collettivo Clown, Eccentrici Dadarò, Teatro Necessario, i fiamminghi Okidok e persino i persiani Aminian & Petra. Ecco la X edizione de Il Tempo dei Piccoli, il festival teatrale de La città bambina diretto da Bruno Soriato che, dal 29 maggio al 23 giugno, attraverserà le città di Corato, Andria, Ruvo di Puglia e TerlizziUna grande carovana in cui ci sarà anche il tempo per pensare in un vero, monumentale, geometrico, appartato, federiciano Pensatoio destinato al “G207 delle bambine e dei bambini”«Summit aperto, itinerante e soprattutto bambino, in cui saranno ospiti le rappresentanze di tutte le nazioni del mondo, comprese quella delle Piante, degli Insetti, delle Nuvole e naturalmente l’Isola che non c’è con i suoi ambasciatori – conclude Bruno Soriato – Perché siamo certi che avranno cose molto importanti da dire». Il Tempo dei Piccoli” è una festa di Kuziba Teatro, sQuolaGaribaldi e la Città Bambina, ma non sarebbe possibile senza la condivisione di sogni, progetti e valori con le numerose realtà che hanno collaborato e supportato questo percorso. 

24-05-2024_programma-generale_il-tempo-dei-piccoli-2024def

 

Domenica 26 maggio manifestazione dei Bersaglieri ad Andria per celebrare la medaglia d’argento alla memoria di Cesario Bonaventura

Domenica 26 maggio Andria ospita la manifestazione dei Bersaglieri. I fanti piumati, infatti, celebreranno la Medaglia d’argento al Valore Militare alla memoria del Bersagliere andriese Cesario Bonaventura. Domenica alle 9.30 sarà inaugurata la targa con il toponimo a lui  dedicato. Il ritrovo è previsto per le ore 9 in via Murge angolo via Dante Di Nanni, al quartiere Santa Maria Vetere. Al parco IV Novembre, Monumento ai Caduti, alle ore 11, ci sarà la deposizione di una corona d’alloro con la successiva preghiera del Bersagliere. Alle ore 11.30 si svolgerà la sfilata per le vie Istria, via Principe Amedeo, via Duca di Genova, via Firenze, via Napoli e piazza del Bersagliere. Qui sarà deposto un bouquet di fiori ai piedi del monumento al Bersagliere d’Italia. Al termine concerto della fanfara dei Bersaglieri della Città di Terlizzi. L’evento è organizzato dalla locale Associazione Nazionale Bersaglieri (referente il Cav. Nunzio Cafagna).

“Oltre le barriere”, il sogno di Michele Matarrese e di Giuseppe Pistillo a difesa dei più deboli diventa realtà. Domani la presentazione del progetto

Sabato 25 maggio alle ore 18.00, presso la scuola I.C .Jannuzzi mons. Di Donna, plesso A.Moro, l’Associazione “Oltre il muro” presenta il progetto “Oltre le barriere”, in memoria di Michele Matarrese e Giuseppe Tesse.
Il progetto nasce da una iniziativa sinergica tra Giuseppe Pistillo, presidente dell’associazione “Oltre il muro”, e di Maria Pia Guarino che al fianco di Michele Matarrese ha operato per quasi 40 anni nel mondo del volontariato. Il presidente Giuseppe Pistillo con grande caparbietà ha voluto riproporre ciò che Michele Matarrese, quale presidente dell’associazione di volontariato “Gruppo C.O.N, ideava negli anni passati a difesa dei più deboli. Uno dei suoi sogni era quello di realizzare in città diversi scivoli e rampe per disabili, al fine di sensibilizzare il Comune/Amministrazione a promuovere l’abbattimento delle barriere architettoniche. Grazie al sostegno di Giuseppe Pistillo e la collaborazione del geometra Nicolò Fracchiolla, nipote di Giuseppe Tesse, il progetto prende forma nel mese di settembre del 2023. A novembre 2023 gli uffici comunali, su impulso dell’assessore ai lavori pubblici, concretizzano i lavori di manutenzione ai marciapiedi in via d. Riccardo Lotti , via Puccini e via Verdi.
Al convegno di domani sarà presente l’Amministrazione Comunale, la dirigente scolastica Lilla Bruno; Maria Pia Guarino, promotrice del progetto; Giuseppe Pistillo, presidente dell’associazione OLTRE IL MURO e promotore del progetto; Luigia Di Ciommo, vicepresidente dell’associazione; Sabina Pistillo, moglie di Michele Matarrese; Nicolò Fracchiolla, geometra e nipote di Giuseppe Tesse; modera l’evento Fabio Zefferino.

“Noi alla Festa del Libro”. Si conclude il 24 maggio la 17esima edizione la manifestazione dedicata alla lettura per i più piccoli

Puntuale anche quest’annoNoi alla festa del libro”, l’evento gioioso intorno al libro, una festa per leggere, guardare, incontrare, ascoltare, scoprire e giocare; una sempre nuova possibilità di condividere buone pratiche e riflessioni sui temi della lettura. Il percorso, inserito nella campagna nazionale “Il Maggio dei Libri”, è tra le iniziative afferenti al progetto in rete Una biblioteca per crescere, di cui la scuola capofila è l’istituto comprensivo Imbriani – Salvemini di Andria. Vi aderiscono il 3° circolo Cotugno, l’8° circolo Rosmini, il 1° circolo Oberdan; gli istituti comprensivi Don Bosco-Manzoni, Mariano-Fermi, Jannuzzi-Di Donna, Verdi-Cafaro, Imbriani-Salvemini; gli istituti di scuola secondaria di primo grado, Vittorio Emanuele III – Dante Alighieri, Vaccina.
Alunni/e, famiglie e insegnanti, in coprogettazione con gli Assessorati alla Bellezza e alla Persona, il personale della biblioteca comunale G. Ceci e diocesana San Tommaso d’Aquino e le associazioni culturali del territorio hanno organizzato incontri con autori e illustratori, animazioni, spettacoli, conferenze e attività laboratoriali, visite in biblioteche, lettura ad alta voce, orientalibri – gioco di orientamento spaziale e non solo: tante proposte per coinvolgere, interessare, incuriosire, appassionare, accendere e riaccendere il piacere e il bisogno della lettura.
Ad aprire la manifestazione, un sicuro riferimento tra gli esperti del territorio: Lella Agresti, lettrice e animatrice dell’associazione culturale Laportablv e dell’associazione culturale Mu.Giò. Anche quest’anno ha strutturato un percorso con genitori, docenti e alunne dell’IISSS “G. Colasanto” per l’apprendimento di tecniche di lettura eseguite ad alta voce e sulla riscoperta della bellezza degli albi illustrati consentendo a tutti di gustare appieno ogni parola, ogni immagine. I lettori formatisi in tale percorso, per la maggioranza genitori di alunni provenienti dalle varie realtà scolastiche, hanno prestato la loro voce alle letture per gli alunni di scuola dell’infanzia e primaria che si sono alternati negli incontri La magia della voceSempre a cura di Lella Agresti la proposta di visite guidate al Mu.Giò, museo del giocattolo, luogo delle infanzie, spazio per rimanere bambini. Più di mille pezzi, databili da fine ‘800 agli anni ’80 del secolo scorso, raccontano storie di altri bambini. Nel centenario della nascita di Italo Calvino, infine, Dalle città alle città – una, due mille città (in)visibili: percorso di lettura animata con musica e cartellonistica prodotta dal Mu.Giò prendendo in prestito albi di grandi autori e illustratori. Obiettivo primario della proposta è quello di rendere “visibile” la città in cui si abita: ciò che non si conosce non può essere apprezzato, non è degno di rispetto.

Altra protagonista della manifestazione, Annalisa Strada, insegnante e scrittrice eclettica: ha saputo intessere un dialogo costruttivo con i ragazzi della scuola secondaria di primo grado intorno al tema del body shaming. In una delle sue ultime pubblicazioni, infatti, affronta il problema da un punto di vista individuale e sociale e smaschera gli stereotipi che lo alimentano, sfatando falsi miti e proponendo spunti di riflessione per i più giovani, ma anche per molti adulti. Il dialogo si è concluso con una performance a cura dei ragazzi dell’Istituto Imbriani Salvemini. In orario pomeridiano, Annalisa ha incontrato docenti e genitori intessendo una conversazione imperniata sull’interrogativo: scrivere in classe è facile? Ha inizialmente offerto spunti di riflessione circa la capacità creativa dello scrivere e subito dopo ha animato un laboratorio estemporaneo durante il quale i presenti, guidati dai suoi consigli di docente e scrittrice, si sono cimentati nella creazione di racconti utilizzando lo “smontaggio” di una fiaba.

Altro appuntamento inserito nella manifestazione-evento: Orientalibri, storie in movimento alla scoperta dei luoghi della città. Novità di quest’anno è la declinazione in modalità slow del percorso che, cartina alla mano, ha coinvolto e raccolto, intorno all’universo libro, ragazzi e ragazze, bambine e bambini, docenti di vari ordini di scuole. Una gara caratterizzata da giochi a tema letterario che ha coinvolto tante scuole della città e che ha visto la partecipazione attiva anche delle famiglie. Una pacifica e gioiosa invasione del centro storico, delle vie, dei luoghi più rappresentativi e identitari della città e dei “luoghi della cultura”, dal Museo Diocesano, al Museo del Giocattolo, alla Biblioteca Comunale.

Antonio Ferrara, nella splendida cornice della biblioteca “G. Ceci”, ha incontrato bambini/e e ragazzi/e delle scuole in rete nel progetto “Una biblioteca per crescere”. Scrittore, illustratore e formatore è convinto che scrittura, lettura e illustrazione costituiscano un modo speciale per imparare a nominare e a condividere le emozioni. Ha ricevuto diversi premi, tra i quali Andersen, nel 2012 per il miglior libro e nel 2015 come illustratore; nel 2018 è stato insignito del premio BancarellinoAntonio Ferrara è ospite di questa edizione di Noi alla festa del libro fino al 24 maggio.

Prima volta per Lonia Lotito, giovane autrice della vicina Trani: con la sua fiaba musicale Melody e la magia delle porte colorate, ha illustrato un viaggio fortemente motivante, dedicato alle alunne e agli alunni della scuola primaria. Dodici colori e dodici porte da attraversare per provare a raggiungere la vera essenza della vita: l’amore. Un percorso che si dipana tra parole e musica poiché la narrazione dell’autrice sarà accompagnata dalle note del maestro Vinciguerra, autore della colonna sonora della fiaba.

Ancora! Per i bambini e le bambine delle scuole d’infanzia e primaria del territorio: Raccontami una storia, proposta che Silvana e Tonia, bibliotecarie avvincenti e coinvolgenti portano direttamente a scuola.

Lib(e)ri e felici è, invece, uno spettacolo inclusivo a cura di Caterina Marzella e Flavia De Sario. Un viaggio a bordo di una macchina speciale, il cui unico motore è la fantasia dei bambini supportata da una valigia piena di libri. Ciò che accade dentro, fuori ed intorno ai libri…è tutto da scoprire!

Elisa Mantoni, in collaborazione con la libreria Miranfù e Artebambini, invece, ha condotto i bambini e le bambine oltre le pagine dei libri attraverso il progetto Laboratori naturali e selvatici. Ogni laboratorio parte dalla lettura di un albo illustrato scelto con cura dalla Mantoni che, oltre ad essere atelierista, può vantare un’esperienza ventennale nel campo della letteratura dell’infanzia.

Per gli adulti, infine, Nei libri c’è tutto: come affrontare temi difficili con i bambini? Venerdì 24 maggio, alle ore 17:00 presso l’auditorium del plesso della scuola secondaria di primo grado “G. Salvemini”, appuntamento a cura della dott.ssa Gilda Costanza Tesse, psicologa e consulente sessuale A.I.S.P.A., riservato a genitori, docenti e educatori per affrontare temi complessi e delicati, a volte “tabù”, attraverso letture e conversazioni sull’educazione all’affettività, all’educazione sessuale e civica. La lettura di libri che non hanno paura delle parole e la guida attenta ed autorevole della dott.ssa Tesse sono una possibilità di accompagnare gli adulti di riferimento nella costruzione di un dialogo costruttivo con le bambine e i bambini, con le ragazze e i ragazzi durante il non sempre facile percorso di crescita.

L’Ordine degli Avvocati di Trani celebra il riconoscimento a Giovanna Bruno insignita della Menzione “Giorgio Ambrosoli”

«In una giornata così simbolicamente importante per il nostro Paese, ricorrendo l’anniversario della strage di Capaci, ho ricevuto una notizia che mi ha riempito di gioia, di orgoglio e commozione. La nostra collega Giovanna Bruno, nonché Sindaco del comune di Andria, è stata insignita della prestigiosa Menzione Giorgio Ambrosoli». Lo sottolinea il Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Trani, Francesco Logrieco che ricorda che la Giuria del “Premio Giorgio Ambrosoli all’integrità, responsabilità e professionalità” ha deciso di assegnare una Menzione all’avvocato Giovanna Bruno, Sindaco di Andria, «per l’esercizio della sua attività professionale all’insegna dei principi di integrità, responsabilità e professionalità, nella tutela dello stato di diritto, in condizioni di particolari avversità e di improprie pressioni contro il rispetto della legge nel contesto in cui ha operato». La cerimonia di consegna dei riconoscimenti avrà luogo in Milano lunedì 8 luglio nella sede del Piccolo Teatro in via Rivoli.
Il Presidente Logrieco ha espresso le sue emozioni e il suo orgoglio con queste parole: «Questo riconoscimento è un’ulteriore testimonianza del coinvolgimento della nostra professionalità in una lotta che prosegue da tanto tempo». «L’Ordine degli Avvocati di Trani – ricorda Logrieco – è da anni attivamente impegnato nella promozione della cittadinanza attiva e nell’educazione alla legalità. Siamo come Ordine e come individualità presenti ormai da tantissimi anni nella divulgazione della cittadinanza attiva e nell’educazione alla legalità. Grazie davvero alla collega Giovanna Bruno per questo momento di condivisione e di successo».
«Questo riconoscimento – conclude l’avvocato Logrieco – rappresenta anche un importante attestazione del valore e del contributo che la nostra professione offre alla società. Continueremo a lavorare con dedizione e impegno per promuovere i valori della giustizia, della legalità e della cittadinanza attiva, ispirati dall’esempio di persone come Giovanna Bruno e dalla memoria di Giorgio Ambrosoli».

Servizio Civile Universale: pubblicate le date dei colloqui di selezione

In ottemperanza al Bando Servizio Civile Universale 2023, Anci Puglia ha pubblicato in data odierna gli Avvisi di convocazione dei colloqui per le selezioni dei candidati volontari che hanno presentato domanda per i progetti da realizzarsi presso i Comuni aderenti alla rete SCU Anci Puglia.
Di seguito tutte le informazioni riguardanti il Comune di Andria, quale sede dei 2 progetti “In Reading 2023” e “Monitor 2023” afferenti al Programma d’intervento SCU “Leonia 2023: le città sostenibili”.

I colloqui di selezione si terranno a Bari, presso la sede di Anci Puglia, in via Marco Partipilo 61 – Zona Santa Fara (da Stazione Centrale autobus Linea 20; da Tangenziale uscita 10-A Picone).

I candidati convocati con il presente avviso dovranno presentarsi al colloquio muniti di valido documento di riconoscimento in corso di validità.
Si precisa che il candidato che pur avendo presentato la domanda non si presenta, senza giustificato motivo, secondo il calendario stabilito è escluso dalla selezione per non aver completato la relativa procedura.
Per eventuali comunicazioni e chiarimenti scrivere a serviziocivile@anci.puglia.it, con OGGETTO: “SELEZIONI SCU PROGETTO -SEDE – COGNOME E NOME.

Per ogni ulteriore approfondimento, s’invita a consultare il link https://www.anci.puglia.it/web/2024/05/23/servizio-civile-universale-anci-puglia-avvisi-convocazione-colloqui-selezione/.

Festival della Legalità – Anteprima IV edizione. Seconda giornata: dedicazione del Parco a “Vincenza Angrisano”, Cittadinanza onoraria al Prefetto di Macerata Isabella Fusiello e Menzione “Giorgio Ambrosoli” al sindaco di Andria

La seconda giornata dell’Anteprima del Festival della Legalità si è aperta con una notizia di grande prestigio per la città: il prossimo 8 luglio il sindaco Giovanna Bruno riceverà a Milano la Menzione “Giorgio Ambrosoli” che la Giuria del “Premio Giorgio Ambrosoli all’integrità, responsabilità e professionalità” ha deciso di assegnarle per l’esercizio della sua attività professionale all’insegna dei principi di integrità, responsabilità e professionalità, nella tutela dello stato di diritto, in condizioni di particolari avversità e di improprie pressioni contro il rispetto della legge nel contesto in cui ha operato.
Un importante riconoscimento e motivo di orgoglio per la comunità andriese che ben si inserisce nel contesto del Festival della Legalità e della promozione e della diffusione della cultura di contrasto alla illegalità, a testimonianza dell’impegno e della tenacia che si stanno profondendo nell’azione amministrativa quotidiana.

Passando invece a raccontare l’Anteprima del Festival, ieri mattina si è svolta l’inaugurazione dell’oasi verde in via Ceruti, un parco urbano con più di duecento piante tipiche del nostro territorio, donate da cittadini e associazioni. Quello che era il lavoro iniziato a novembre scorso si è concluso e per sancire ogni impegno contro l’illegalità e la violenza nell’oasi è stata posizionata una targa: “ A Vincenza Angrisano – Contro ogni forma di violenza”. L’Oasi Verde, infatti, è dedicata a questa donna, vittima di femminicidio per mano di suo marito, accaduto ad Andria il 28 novembre del 2023. E accanto a questa targa donata dalla Si.Marmi è stata posizionata per volontà dell’Amministrazione Comunale la panchina “Fiocco Rosso”, donata dalla CSA, con la dedica alla signora Angrisano. L’Oasi è un’area di 3600 metri quadri e sarà gestita dal Forum Ambientalista “Ricorda e Rispetta” dopo aver siglato un patto di collaborazione con il Comune di Andria. Alla realizzazione del Parco hanno collaborato anche cinque utenti del Centro di Salute Mentale dell’Asl Bat. L’oasi, dunque, è la sintesi di un lavoro di rete e di sinergie tra pubblico e privato. E non poteva trovare collocazione migliore se non il Festival della Legalità per essere consegnato alla città. Presente il sindaco e gli assessori comunali. Il primo cittadino Giovanna Bruno ha ricordato come la partecipazione attiva, l’impegno di ciascuno sia la prima forma di contrasto e di impegno contro la illegalità diffusa e contro la violenza di genere.
Nel pomeriggio, invece, la Sala Consiliare ha ospitato la cerimonia di conferimento della cittadinanza onoraria al Prefetto di Macerata Isabella Fusiello, già Questore di Bologna. Un altro evento targato “Festival della Legalità”, che ha voluto dare il giusto riconoscimento ad una donna andriese che da anni promuove ed incarna i principi di legalità e democrazia con il suo operato, dando lustro alla città di Andria. La “Cittadinanza Onoraria”, lo ricordiamo, è un istituto previsto dal Comune di Andria nel suo Statuto, finalizzato a promuovere e sviluppare la crescita civile e sociale della comunità, facendosi interprete dei desideri e dei sentimenti della cittadinanza, ritenendo opportuno segnalare alla pubblica estimazione quei cittadini non residenti che, attraverso la loro attività nel campo delle istituzioni pubbliche, abbiano dato lustro alla Città di Andria. Nel corso della sua lunga e proficua carriera, la dr.ssa Isabella Fusiello, primo Questore donna, ed ora prefetto dal 13 novembre del 2023: vanta una prestigiosa carriera vissuta al servizio della legalità e dei principi di democrazia e giustizia della Repubblica, prima nella Polizia di Stato ed ora nell’amministrazione civile del Ministero dell’Interno. Ma lei, nonostante i numerosi incarichi che l’hanno condotta in giro per tutta Italia, non ha mai reciso il suo legame di origine con la città di Andria. Per il Sindaco, la carriera e l’onorabilità della Fusiello sono motivi di grande orgoglio per questa città che ancora deve imparare a incarnare i valori della lotta alla illegalità e l’impegno e la partecipazione attiva.

Questa la motivazione del riconoscimento, giusta Delibera della Giunta Comunale n. 94 del 16 maggio 2024:
«Per gli elevati meriti professionali ed umani, il generoso impegno e senso del dovere con cui nel corso della sua lunga e brillante carriera ha operato a tutela della legalità e della sicurezza pubblica, in un proficuo rapporto di collaborazione e confronto con le Istituzioni, rappresentando un punto di riferimento valoriale per la comunità andriese, a cui da sempre la lega un sincero affetto».
Presente alla cerimonia anche il nuovo Prefetto della Bat, Silvana D’Agostino, ed il Questore Alfredo Fabbrocini, insieme a tante altre autorità civili e militari.
Ad animare l’evento il tenore Aldo Caputo, accompagnato dal Maestro Roberto Corlianò, che ha eseguito un brano della tradizione napoletana, La preghiera del poliziotto (collabora infatti da anni con la Banda Musicale della Polizia di Stato) ed in chiusura l’Inno Nazionale, e la poetessa Vincenza Di Schiena, con componenti tratti dalla sua persona raccolta “Un bacio ed un graffio” ed alcuni tratti invece dalle opere di Rocco Scotellaro. In serata, al Chiostro di San Francesco, il musical “Cuori Agitati” realizzato dall’associazione Centro Zenith accompagnata dalla degustazione di Legalità – Food Policy Hub e coop Alleanza 3.0.

Questi, infine, gli appuntamenti di domani 24 maggio: in sala consiliare, incontro di formazione a cura dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro d’Area Metropolitana di Bari-Bat ed alle 20.30 al Chiostro di San Francesco il “Carosello dei Corti”, la proiezione dei lavori sul tema della legalità realizzati dagli studenti delle scuole andriesi.
A chiudere l
a serata ed anche l’Anteprima del Festival sarà domani sera, sempre al Chiostro, il lavoro teatrale di Franco Ferrante e Lidia Bucci con gli ospiti della Masseria San Vittore per il progetto Senza Sbarre, con la collaborazione degli Amici per la Vita – onlus, dal titolo “U ciucciariedde de Riccardo”.

Tutti gli eventi dell’Anteprima sono documentati dai piccoli giornalisti dell’Associazione Tutt’Altro.


Alle radici dell’eccellenza: tipicità, tradizione e consumo etico nel primo Premio vinto dalla Scuola dell’infanzia “Piccole Operaie del Sacro Cuore” di Andria

“Le orecchiette si fanno con il pollice”, ci hanno detto le bimbe ed i bimbi della scuola dell’infanzia “Piccole Operaie del Sacro Cuore”. Certo piccoli, ma già consapevoli di ciò che significa cucinare con gli avanzi, raccogliere gli ingredienti a km 0,  esaltare le tipicità e le eccellenze del territorio di Andria, come l’olio extravergine. E tutto questo ha permesso alla scuola di ottenere il primo premio assoluto per la Puglia nell’ambito del concorso nazionale “Avanzi con gusto ” promosso da Parmalat Silac, pensato contro lo spreco alimentare. La ricetta vincitrice, preparata a scuola e cucinata nella cucina a legna, si chiama “Il fiore della Puglia” ed ha stupito ed emozionato la giuria nazionale di Parmalat educational. Alla presenza dell’Assessore alle Radici e della responsabile marketing di Silac, con la gioiosa collaborazione della Madre superiora e delle maestre si è svolta oggi la cerimonia di premiazione nel corso della quale l’Assessore ha condiviso la gioia di vedere assegnato tale riconoscimento a bambini cosi piccoli e ha ricordato quanto il territorio dell’Alta Murgia si distingua per la vocazione rurale e la valorizzazione delle tipicità. In particolar modo Andria che con le sue tipicità, le sue peculiarità ben si inserisce nel contesto del Parco, che da anni ha ormai avviato un percorso di valorizzazione e ritorno alla tradizione, sempre con un pizzico di innovazione. E chi, se non i bambini, bisogna rendere protagonisti nella formazione e nella diffusione di sani stili di vita partendo proprio dal cibo, quello che ogni giorno troveranno sulla propria tavola?
Auguri ai piccoli chef!

 

Progetto Erasmus, l’ITes Les “Carafa” ospita 14 studenti olandesi

Nella Giornata della Legalità, oggi 23 maggio, una esperienza di accoglienza e di ospitalità nella Sala Consiliare a Palazzo di Città. Sono stati accolti dall’assessore alle Radici Cesare Troia, dall’assessora alla Persona Dora Conversano e dalla consigliera regionale di Puglia Grazia Di Bari 14 studenti olandesi, ospiti in questi giorni di altrettante famiglie andriesi di studenti dell’istituto ITES LES “E. Carafa”. Accompagnati dalla docente tutor Carolina Pastore, referente progetto Erasmus, gli studenti delle classi terze e quarte dell’Istituto Tecnico e del Liceo Economico Sociale “Carafa” con questa delegazione di studenti provenienti dalla città di Uden, hanno visitato la città, i suoi monumenti, la Cattedrale e la Cripta, il Museo del Confetto e ancora Palazzo di Città. Qui, gli assessori comunale e la consigliera regionale Di Bari hanno dato il benvenuto, spiegando che questa giornata si inserisce nel più ampio spazio allestito dall’Amministrazione Comunale per il Festival della Legalità. La docente Carolina Pastore ha esplicato ai ragazzi l’ampio concetto di legalità, cittadinanza attiva e partecipazione che vede sempre più ragazzi, bambini e giovani coinvolti in questo processo partecipativo della comunità andriese. Ma si è parlato anche di riscoperta delle tradizioni, di cura della persona, di turismo e cibo sostenibili: e non solo cibo per il copro, per un sano stile di vita ma anche #foodforthougts, cibo cioè che nutre le menti, il pensiero di questi giovani che esercitano la cittadinanza attiva e che cercano di contrastare l’illegalità.
Gli studenti dello Udens College si fermeranno ad Andria per circa una settimana. La visita degli studenti olandesi segue la visita degli studenti andriesi a Uden avvenuta nello scorso mese di febbraio. Si tratta di un vero e proprio scambio tra l’Italia e l’Olanda prevista dal Progetto Erasmus. Questo pomeriggio visita a Barletta e nei prossimi giorni anche ai comuni vicini  Nel pomeriggio visita anche ai comuni vicini.

1 2 3 688

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" ne autorizzi il loro utilizzo.

Chiudi