Sportello Unico Edilizia Digitale: dal 26 aprile al via trasmissione telematica istanze

Il Dirigente del Settore Pianificazione Urbanistica, Edilizia Privata, Controllo del Territorio informa che, a partire dal 26 APRILE 2021 sarà attivata la piattaforma di trasmissione telematica delle nuove istanze (PdC, SCIA, SCIA Alt. al PdC, CILA, SCAGI) da presentare allo Sportello Unico per l’Edilizia denominata <SUED>.

Pertanto, a partire dalla stessa data, tutte le istanze verranno accettate esclusivamente nella modalità telematica.

I professionisti interessati sono invitati a registrarsi preventivamente sulla piattaforma accedendo con il seguente link: https://suedandria.publisys.it/Web_Sportello_Unico/Default.aspx

Le istanze pregresse (PdC, SCIA, SCIA Alt. al PdC, CILA, SCAGI) già avviate in forma cartacea, verranno concluse con la stessa modalità.

Aggiornamento elenchi giudici popolari per la Corte di Assise e la Corte di Appello

Il Sindaco invita tutti i cittadini, uomini e donne residenti nel Comune, non iscritti negli Albi definitivi dei Giudici Popolari, che siano in possesso dei requisiti stabiliti dagli artcoli 9 e 10 della L. n. 287/1951 e non si trovino nelle condizioni di cui all’art.12 della medesima legge, a presentare domanda di iscrizione negli elenchi dei giudici popolari, entro il termine del 31 luglio 2021, da indirizzare al Comune di Andria.

I requisiti di cui agli articoli 9 e 10 sono:
A) GIUDICI POPOLARI per la Corte di Assise:
1. essere cittadino italiano e godere dei diritti civili e politici;
2. essere iscritto nelle liste elettorali del Comune di Andria;
3. avere l’età non inferiore a 30 anni e non superiore a 65 anni;
4. essere in possesso del titolo di studio di scuola media di primo grado.

B) GIUDICI POPOLARI per la Corte di Assise di Appello:
1. oltre ai requisiti di cui ai punti 1, 2 e 3 lettera A), essere in possesso del titolo di studio di scuola media di secondo grado.

Non possono assumere l’Ufficio di Giudice Popolare (art. 12 della legge):
1. I Magistrati e, in generale, i funzionari in attività di servizio appartenenti o addetti all’ordine giudiziario;
2. Gli appartenenti alle Forze Armate dello Stato ed a qualsiasi organo di Polizia, anche se non dipende dallo Stato in attività di servizio;
3. I Ministri di qualsiasi culto e i religiosi di ogni ordine e congregazione.

Le domande, compilate su appositi moduli in distribuzione presso l’Ufficio Elettorale del Comune o scaricabili dal sito istituzionale dell’Ente www.comune.andria.bt.it dovranno pervenire, corredate di fotocopia di un documento di riconoscimento in corso di validità e copia del titolo di studio, entro e non oltre il 31 luglio 2021, all’Ufficio protocollo sito in piazza Umberto I o inviata all’indirizzo di posta certificata protocollo@cert.comune.andria.bt.it

Si comunica ai cittadini già presenti negli elenchi ed impossibilitati all’esercizio dell’Ufficio di Giudice Popolare, a recarsi presso l’Ufficio Comunale e a presentare istanza motivata di esonero.

Bando assegnazione posteggi al Mercato Ortofrutticolo: scadenza l’8 maggio

Scadrà il prossimo 8 maggio 2021, il termine previsto per l’assegnazione in concessione dei posteggi del Mercato Generale Ortofrutticolo all’ingrosso del Comune di Andria.

I posteggi, che possono essere visionati, previo appuntamento da concordare con la Direzione del Mercato all’Ingrosso dei Prodotti Ortofrutticoli, hanno una zona chiusa e una parte esterna coperta e scoperta per esposizione e/o carico derrate delle seguenti dimensioni:

BOX DI 1^ CATEGORIA N.

Superficie Coperta MQ

Area Esterna

MQ

Canone Mensile €

Canone Annuale €

6

112,70

109,55

741,12

8.893,44

BOX DI 2^ CATEGORIA N.

Superficie

Coperta MQ

Area Esterna

MQ

Canone Mensile €

Canone Annuale €

14

80,73

92,04

643,73

7.724,76

Di seguito il testo integrale del bando:

Il canone mensile di concessione per posteggio va pagato in rate mensili anticipate; non sono compresi nel canone, oneri, spese e tributi di legge.

All’atto della stipula del contratto, l’assegnatario dovrà costituire un deposito cauzionale di importo pari a tre mensilità del canone per ogni posteggio assegnato, per complessivi Euro 2.223,36 (duemiladuecentoventitrè virgola trentasei) per il box di 1^ categoria, per complessivi Euro 1.931,19 (millenovecentotrentuno virgola diciannove) per i box di 2^ categoria, tutti così come sopra definiti, mediante bonifico presso la Tesoreria Comunale

Ogni operatore può chiedere e avere la concessione di massimo due posteggi.

La durata della concessione è stabilita in anni 12.

L’immobile è assegnato nello stato di fatto e di diritto in cui si trova.

Eventuali interventi manutentivi sulle strutture e sull’impiantistica all’interno dei posteggi, previa autorizzazione del competente Settore Comunale, potranno essere realizzati dal concessionario a propria cura e spese senza che il medesimo al termine della concessione, abbia nulla a pretendere a nessun titolo per i lavori effettuati, che potranno essere acquisiti al patrimonio comunale.

I costi per l’attivazione degli allacci alle reti dei servizi e delle relative forniture (energia elettrica, acqua, ecc) saranno a completo carico del concessionario. Alla consegna dei box, a coloro che risulteranno assegnatari, sarà effettuata la lettura in contraddittorio dei contatori in dotazione.

POSSONO PARTECIPARE ALL’ASSEGNAZIONE
Possono essere ammessi a partecipare all’assegnazione le sotto elencate categorie di operatori in possesso dei requisiti stabiliti dalla Legge:
-Operatori già concessionari di posteggio all’interno del mercato;
-Commercianti all’ingrosso di prodotti agricoli;
-Consorzi e Cooperative di produttori o di commercianti di prodotti ortofrutticoli;
-Organizzazioni di produttori e i loro Consorzi;
Gli industriali che provvedono alla lavorazione, conservazione e trasformazione dei prodotti ortofrutticoli.

In caso di operatori già concessionari di posteggio presso il Mercato Ortofrutticolo saranno ammessi alla graduatoria esclusivamente coloro che risulteranno in regola con tutti i pagamenti dovuti al Comune di Andria.

MODALITA’ E TERMINI PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE
La domanda
di partecipazione e tutta la documentazione allegata dovrà essere inviata al Comune di Andria a mezzo PEC all’indirizzo sviluppoeconomico@cert.comune.andria.bt.it firmata con firma digitale entro e non oltre le ore 12:00 del giorno 08 maggio 2021.

Per le domande giudicate incomplete l’ufficio potrà richiedere la regolarizzazione da effettuarsi entro massimo 10 giorni. Se non regolarizzate entro il termine indicato, le domande verranno escluse.

Nelle domanda, sottoscritta dal titolare o dal legale rappresentante, gli interessati dovranno dichiarare con le modalità previste dal DPR 445/2000 conformemente al modello allegato al presente bando:
la categoria di posteggio richiesto (prima o seconda);
– le generalità del richiedente o in caso di società la ragione sociale della stessa e le generalità e il luogo di residenza dei suo amministratori;
– l’indirizzo di PEC a cui inviare eventuali comunicazioni;
– gli estremi di iscrizione alla CCIAA;
– gli estremi di iscrizione ala banca dati nazionale operatori ortofrutticoli (BNDOO) se obbligati dalla normativa vigente;
– che l’impresa è in regola con il pagamento dei contributi assicurativi e pensionistici (DURC);
– di essere in possesso dei requisiti morali previsti dall’art. 71 del D. Lgs. n. 59/2010 per l’esercizio dell’attività commerciale;
– che non sussistono nei propri confronti le cause di divieto, decadenza o sospensione di cui all’art. 67 del D. Lgs. n. 159/2011 (antimafia);
– di non aver riportato condanne penali e di non avere procedimenti penali né provvedimenti amministrativi che non consentono l’attività;
– di non trovarsi in situazioni di morosità nei confronti della Pubblica Amministrazione alla data di presentazione della domanda;
– che l’impresa non sin trova in stato di fallimento, di liquidazione, di amministrazione controllata di concordato preventivo di sospensione di attività commerciale né che è stata formulata istanza per l’apertura di una delle suddette procedure;
– che l’imprenditore o i componenti gli organi della società non sono stati condannati per un reato relativo alla condotta professionale gli obblighi riguardanti il pagamento di contributi sociali e tributari o coinvolti (negli ultimi cinque anni) in procedure concorsuali;
– che nei propri confronti non è stat applicata alcuna sanzione che comporta il divieto di contrarre con la Pubblica Amministrazione;
– di non essere stato destinatario di un provvedimento di revoca dalla concessione di un posteggio in un Mercato Ortofrutticolo o nei confronti del quale è in corso una procedura di revoca.

Alla domanda dovranno essere allegati:
– Fotocopia del documento di identità in corso di validità;
– Copia dichiarazione IVA dell’ultimo triennio;
– Copia dei bilanci annuali dell’ultimo triennio;
– copia conforme delle fatture relative alle derrate acquistate nei mercati pubblici o a gestione mista pubblico-privata nell’ultimo biennio (2019/2020), con indicazione specifica dei quantitativi espressi in unità di misura del peso;
– Titolo di possesso e planimetria di magazzini/depositi (risultanti dalla visura camerale) con indicazione della superficie;
– certificazione delle celle frigorifere con indicazione dei relativi volumi;
– certificati attestanti il possesso dei mezzi di trasporto dell’azienda (autocarri e similari) e dei mezzi elettrici di sollevamento;
– documentazione attestante il numero dei dipendenti assunti a tempo determinato e indeterminato, alla data di emissione del presente Bando;
– documentazione attestante la quantità di prodotti ortofrutticoli commercializzati, di produzione regionale pugliese individuata e tutelata a norma di legge DOC DOP IGP IGT nell’ultimo biennio ( 2019/2020);
– per le associazioni tra produttori agricoli (Cooperative Consorzi e simili), documentazione attestante il quantitativo di prodotti ortofrutticoli conferiti da ciascun associato (annualità 2020).

Le associazioni o cooperative e loro Consorzi di produttori ortofrutticoli dovranno inoltre allegare alla domanda l’elenco dei soci relativo al settore ortofrutta

L’Ufficio si riserva a suo insindacabile giudizio di richiedere la documentazione ritenuta opportuna per confermare comprovare o integrare le dichiarazioni o la documentazione allegata alla domanda

DICHIARAZIONI MENDACI
Si precisa che in caso di dichiarazioni mendaci si procederà secondo quanto previsto dal DPR 445/2000 e ss.mm.ii..

CAUSE DI ESCLUSIONE
Non è sanabile e comporta l’esclusione dal Bando:

  1. la trasmissione delle domande fuori dal termine e con modalità diverse da quelle previste dal presente Bando;

  2. l’omissione della firma del legale rappresentante/concorrente a sottoscrizione della domanda e delle dichiarazioni;

Non sono ammesse a partecipare al presente bando le ditte che in passato sono state oggetto di revoca della concessione di un posteggio nel Mercato Ortofrutticolo o nei confronti delle quali è in corso una procedura di revoca.

FORMULAZIONE DELLA GRADUATORIA
Per la scelta e successiva assegnazione del/i posteggi si procederà seguendo la graduatoria che verrà formulata in base ai seguenti criteri:
Capacità Imprenditoriale o professionale: fino A 55 punti;
Peculiarità della Ditta: fino a 15 punti;
Attività nel Mercato Generale Ortofrutticolo di Andria: fino a punti 30.

All’interno dei suddetti criteri i punteggi possono essere attribuiti così come di seguito:

CAPACITA’ IMPRENDITORIALE O PROFESSIONALE

DESCRIZIONE

PUNTEGGIO MAX

Quintali di derrate (documentate) acquistate nei mercati pubblici o a gestione mista pubblico-privata: punti 0,5 per ogni 2000 q.li annui fino ad un max di punti 20;per le frazioni di migliaia di quintali il punteggio viene arrotondato per difetto se inferiore o uguale a q.li 1000 e per eccesso se superiore a q.li 1000 (es. q.li. 5000= punti 1 – q.li 5001 = punti 1,5);

MAX 20

Volume di affari calcolato sulla media annua dell’ultimo triennio o, in mancanza, sulla media rapportata ad anno nel periodo valutabile: punti 1 per ogni €.130.000,00= di volume d’affari fino ad un max di punti 15;

MAX PUNTI 15

Magazzini e frigoriferi. Magazzini: punti 0,25 per ogni 50 mq di superficie fino ad un max di punti 2 (il titolo di possesso deve risalire con data certa ad almeno un anno prima della domanda. Frigoriferi (celle frigorifere fisse: punti 0,25 per ogni 50 mc. di volume sino ad un max di punti 2; (il titolo di possesso deve risalire con data certa ad almeno un anno prima della domanda);

MAX PUNTI 4

Mezzi di Trasporto in possesso dell’azienda, con presentazione della relativa documentazione, fino ad un max di punti 4 da distribuirsi come segue: Autocarri e similari punti 0,25 per ogni q.li 50 di portata utile sino ad un max di punti 3; Mezzi di sollevamento: punti 0,25 per ogni mezzo elettrico (muletto transpallet e simili) sino ad un max di punti 1;

MAX PUNTI 4

Personale dipendente:fino ad un max di punti 12 distribuiti come segue: per ogni dipendente regolarmente assunto (documentato) a tempo indeterminato in forza da almeno 6 mesi (documentati) punti 1: per ogni dipendente a tempo determinato regolarmente assunto (documentato), in forza da almeno 3 mesi (documentato) punti 0,50;

MAX PUNTI 12

PECULIARITA’ DELLA DITTA

Percentuale di acquisti di produzione regionale Pugliese individuata e tutelata a norma di legge D.O.C., D.O.P., I.G.P., I.G.T. o simili nell’ultimo biennio: per ogni 1% di fatturato del prodotto regionale punti 1 sino ad un max di punti 5;

MAX PUNTI 5

Forma di Associazione tra i produttori agricoli (Coop. Consorzi e simili): punti 1 ogni q.li 1000 di prodotti annui fatturati fino ad un max di punti 10 – per le frazioni di migliaia di quintali il punteggio viene arrotondato per difetto se uguale o inferiore a 500 ql.i e per eccesso se superiore a 500 q.li (es.1001= punti 1 – 1501= punti 2).

MAX PUNTI 10

ATTIVITA’ NEL MERCATO DI ANDRIA E RESIDENZA

Anzianità di posteggio nel Mercato Generale Ortofrutticolo di Andria: punti 0,5 per ogni anno completo di esercizio nel Mercato di Andria sino ad un max di punti 15 indipendentemente dal numero di posteggi in concessione – la stessa anzianità si conserva anche in caso di subentro ai sensi dell’articolo n.25 del Regolamento;

MAX PUNTI 15

Residenza e/o sede legale dell’azienda nella provincia Bat da almeno un anno punti 5;

MAX PUNTI 5

Residenza e/o sede legale dell’azienda nella Città di Andria da almeno un anno punti 10.

MAX PUNTI 10

TOTALE

PUNTI 100

A parità di punteggio si applica il criterio dell’anzianità di impresa riferita all’anzianità dell’esercizio di impresa, comprovata dalla durata dell’iscrizione, quale impresa attiva, nel registro delle imprese, l’anzianità è riferita a quella del soggetto titolare al momento della partecipazione al bando sommata a quella dell’eventuale dante causa.

ASSEGNAZIONE DEL POSTEGGIO
L’assegnazione del posteggio avverrà secondo la graduatoria elaborata dall’ufficio secondo i punteggi sopraelencati e secondo lo schema di contratto allegato al presente bando.

La graduatoria avrà validità di due anni dalla sua approvazione con determinazione Dirigenziale.

Solo dopo aver assegnato un posteggio agli aventi diritto, si procederà all’assegnazione anche di un secondo posteggio a chi ne avrà fatto richiesta.

Il limite di due posteggi potrà essere derogato, fino a nuovo bando, e senza che ciò costituisca titolo preferenziale per il futuro, in caso di vacanza di posteggi.

PUBBLICIZZAZIONE DEL BANDO
Il presente bando è pubblicato per trenta giorni consecutivi all’Albo Pretorio del Comune di Andria sul sito web istituzionale ed è inviato alle associazioni di categoria maggiormente rappresentative

Per eventuali richieste di chiarimenti gli interessati possono rivolgersi al SUAP a mezzo posta certificata sviluppoeconomico@cert.comune.andria.bt.it.

In allegato il bando, il nuovo schema di contratto e la domanda di partecipazione.

14-04-2021_allegato-1-bando

14-04-2021_allegato-2-nuovo-schema-di-contratto

14-04-2021_allegato-3-domanda-di-partecipazione

Emergenza epidemiologica: dal 7 al 19 aprile chiusa Villa Comunale, parco Monumento ai Caduti, divieto accesso e stazionamento in alcune piazze e vie cittadine

Con propria ordinanza, la n.132 del 6.4.2021, il Sindaco ha disposto ulteriori misure straordinarie per far fronte all’emergenza epidemiologica che ha un andamento ancora crescente ed evitare, così, comportamenti in grado di pregiudicare la salute collettiva.

Dal 7 al 19 aprile 2021 è stato perciò disposto il divieto di stazionamento e di accesso per le persone, dalle ore 18.00 alle ore 22.00, in queste zone:
– Piazza Don Riccardo Zingaro;
– Piazza Toniolo;
– Via Sant’Angelo dei Meli;
– Piazza S.Agostino;
– Largo Grotte;
– Piazza e salita Mater Gratiae;
– Piazza Vittorio Emanuele II;
– Piazza Duomo;
– Largo Seminario.

Chiusura totale, dal 7 al 19 aprile, per tutta la giornata, della Villa Comunale (compresa la pineta di Via Morelli e del Viale della Pineta), ad eccezione dei fruitori dell’hub sanitario situato nell’immobile “Dopo di noi”; analoga chiusura totale per il Parco IV Novembre -Monumento ai Caduti e per tutti i parchi cittadini comunali recintati.

Vietato l’accesso per lo stazionamento e lo stazionamento per le persone, dalle 18.00 alle 22.00, di sabato 10 e 17 aprile, e dalle 8.00 alle 22.00 nelle giornate di domenica 11 e 18 aprile in queste vie:
– Via R.Margherita;
– Viale Crispi;
– Piazza Marconi;
– Via Cavallotti-tratto tra Via Giusti e Viale Crispi;
– Via Cittadella;
– Corso Cavour, tratto tra Via De Gasperi e Viale Crispi.

Le violazioni della ordinanza sono punite con la sanzione pecuniaria da 400,00 a 1.000,00 euro.

06-04-2021_ordinanza-sindacale-n.132-del-6-aprile-2021

Programma Sthar Lab-Street Art: avviso pubblico (scadenza 12 maggio)

Di seguito il testo dell’avviso pubblico del Servizio Cultura.

Manifestazione di interesse per la selezione di una proposta da candidare al programma “STHAR LAB – Street Art ”

Premesso che:
· la Regione Puglia, con la Deliberazione n.1097 del 24/06/2019, ha approvato la strategia “La cultura si fa strada” con l’obiettivo di promuovere e sostenere l’avvio di processi di partecipazione culturale da parte dei singoli territori, favorendo la conoscenza e la consapevolezza nella fruizione di beni e luoghi culturali; un percorso sperimentale che punta ad accrescere la ricchezza dei luoghi di valore identitario e a trasformarli in laboratori di inclusione sociale, educazione culturale, luoghi di incontro e di scambio;
· nell’ambito della predetta strategia, la Regione Puglia, in attuazione dell’art. 50 della L.R. 67/2018, ha previsto una misura specifica denominata “STHAR LAB” – Street Art”, dedicata alla promozione e al sostegno della Street Art, quale forma espressiva in grado, per la forte capacità comunicativa e di impatto sul territorio, di divenire strumento a disposizione delle amministrazioni pubbliche per contribuire a rigenerare, riqualificare e valorizzare in chiave culturale luoghi e beni delle città, con particolare riferimento ad aree degradate o periferiche al fine di favorire percorsi di costruzione pubblica e collettiva degli spazi urbani, intesi nella dimensione di patrimonio sociale, civico e culturale;
· Il Comune di Andria ha aderito alla manifestazione d’interesse promossa dalla Regione Puglia e pertanto è ammessa a candidare una propria proposta progettuale per la successiva fase di valutazione e ammissione a finanziamento;

Dato atto che:
· la selezione delle proposte da parte della Regione Puglia avviene attraverso una procedura negoziale di cui alla P.O.S.C1.f del Si.Ge.Co. del POR Puglia 2014/2020 ed è rivolta, come stabilito dalla D.G.R. n. 2456 del 30/12/2019, esclusivamente agli Enti aderenti alla manifestazione di interesse approvata con Determinazione Dirigenziale della Sezione Valorizzazione Territoriale n. 68 del 30.07.2019;
· la partecipazione è subordinata alla presentazione della documentazione completa e firmata digitalmente e dovrà essere trasmessa a scelta del proponente all’apertura delle finestre temporali (per questo Ente è stata prevista la seconda finestra: entro le ore 12,00 del 12/05/2021);

Considerato che nell’ambito del predetto programma sono ammissibili le proposte progettuali concernenti la valorizzazione, fruizione e messa in rete dei beni del patrimonio culturale, istituti e luoghi della cultura e riguardanti, anche congiuntamente, le seguenti tipologie di intervento:
·
valorizzazione di beni del patrimonio culturale, istituti e luoghi della cultura, con l’allestimento di Street Art o altra forma espressiva in grado, per la forte capacità comunicativa e di impatto sul territorio di divenire strumento a disposizione delle amministrazioni pubbliche per contribuire a rigenerare, riqualificare e valorizzare in chiave culturale luoghi e beni delle città;
·
valorizzazione e fruizione culturale, mediante l’applicazione di metodologie e strumenti innovativi (ad esempio tecnologie di ricostruzione virtuale, realtà aumentata, fruizione immersiva e interattiva) per ampliare la fruizione sostenibile di identificati beni e luoghi culturali, nonché rendere gli stessi pienamente accessibili;

Ritenuto, perché coerente con gli obiettivi di questa Amministrazione Comunale, di partecipare al programma di interventi “STHAR LAB” – Street Art nella finestra temporale accessibile a decorrere dal 01 dicembre 2020;

Tutto ciò premesso e considerato
è indetta procedura esplorativa finalizzata all’acquisizione di manifestazioni di interesse per la selezione di una proposta progettuale da ammettere alla fase di co-progettazione e successiva candidatura al programma “STHAR LAB–Street Art”;

Soggetti destinatari
Sono destinatari del presente avviso le Associazioni e artisti “Street art”, che operano negli ambiti di intervento del programma;

Requisiti di partecipazione
Possono partecipare al presente Avviso i soggetti per i quali non siano in corso, all’atto della presentazione della domanda, situazioni di esclusione di cui all’art. 80 del d.lgs. n.50/2016 e s.m.i. (Codice dei contratti pubblici)

Modalità di presentazione della manifestazione di interesse
La manifestazione di interesse redatta, dovrà essere trasmessa entro e non oltre le ore 12,00 del 12/05/2021, all’Ufficio Cultura del Comune di Andria, ovvero a mezzo PEC all’indirizzo:
cultura@cert.comune.andria.bt.it;
Il plico, opportunamente chiuso/sigillato, indirizzato al Comune di Andria – Settore Promozione della Città e del Territorio – Servizio Cultura, dovrà riportare la seguente dicitura: POR Puglia 2014-2020 – D.G.R. n. 2456/2019 – Programma STHAR LAB – STREET ART – Manifestazione d’interesse e proposta progettuale.

Alla manifestazione d’interesse dovranno essere allegati:
· C.V. RESPONSABILE AMMINISTRATIVO
·
OGNI PARERE TECNICO UTILE PER LA PARTECIPAZIONE
·
LIVELLO UNICO DI PROGETTAZIONE EX ART. 23CO. 14-15 D. LGS. 80/16
·
C.V. DIRETTORE ARTISTICO
·
PIANO DEI COSTI E DI GESTIONE DELL’INTERVENTO
· SCHEDA INFORMATIVA DELLE ASSOCIAZIONI/ENTI ED EVENTUALI
CURRICULUM ARTISTI
· DOCUMENTO D’IDENTITA’ DEI SOTTOSCRITTORI DELLA PROPOSTA

Le schede progettuali saranno valutate da xxx, sulla scorta dei parametri di seguito indicati:

Le proposte progettuali, che l’Amministrazione si riserva in totale libertà di valutare o rifiutare, devono avere un costo massimo di €. 40.000,00 comprensivo dei costi per la realizzazione delle opere artistiche e di quelli inerenti le attività di valorizzazione e fruizione culturale delle opere o allestimenti.

Dovrà essere indicato il direttore artistico del progetto ed il responsabile amministrativo di cui dovranno essere allegati i curricula.

Selezione del progetto
Ultimata la valutazione, si provvederà all’attribuzione dei punteggi e agli esiti della selezione, sarà ammesso alla successiva fase di co-progettazione, il progetto che conseguirà la valutazione maggiore.

Co-Progettazione
Il soggetto selezionato sarà invitato al tavolo di co-progettazione che sarà successivamente convocato.

L’Amministrazione co-progetterà l’intervento o gli interventi da candidare, con il soggetto selezionato, apportando eventuali modifiche o integrazioni al progetto e/o al piano economico finanziario, al fine di renderli più confacenti agli obiettivi di cui all’Avviso regionale.

Il positivo superamento della fase di co-progettazione sarà condizione indispensabile per la candidatura del relativo progetto all’Avviso Regionale.

Il soggetto selezionato dovrà procedere ad ogni adempimento di carattere amministrativo e contabile necessario per la partecipazione all’avviso regionale ed alle fasi successive; inoltre il soggetto selezionato dovrà redigere bozza di provvedimento di approvazione del progetto, acquisire la validazione dello stesso dall’ufficio tecnico comunale e reperire ogni atto utile a comprovare la proprietà del bene.

Attuazione del progetto
L’attuazione del progetto è subordinata alla effettiva ammissione a finanziamento, fino ad un massimo di 40.000 euro, da parte della Regione Puglia.

Tutela della privacy
I dati di cui il Comune di Andria verrà in possesso a seguito della presente manifestazione verranno trattati nel rispetto dell’art. 7 del D.Lgs. 196/03 “Codice in materia di protezione dei dati personali” e ss.mm.ii. e del Regolamento UE 679/2016.

Responsabile del procedimento
Responsabile del procedimento è la dottoressa Caterina Navach, Dirigente del Servizio Cultura.

Informazioni
Tutte le informazioni sul presente avviso possono essere richieste all’ufficio Cultura del Comune di Andria all’indirizzo: cultura@cert.comune.andria.bt.it.

Il presente avviso è disponibile sul sito istituzionale del Comune di Andria – Albo Pretorio – Avvisi vari.

06-04-2021_avviso-pubblico-bando-sthar-lab-scadenza-12.05.2021

Covid-19, il Governo approva il decreto del 31 marzo 2021 (in allegato modello autodichiarazione editabile)

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente Mario Draghi, del Ministro della giustizia Marta Cartabia, del Ministro della salute Roberto Speranza, del Ministro per la pubblica amministrazione Renato Brunetta e del Ministro del lavoro e delle politiche sociali Andrea Orlando, ha approvato un decreto-legge che introduce misure urgenti per il contenimento dell’epidemia da COVID-19, in materia di vaccinazioni anti SARS-CoV-2, di giustizia e di concorsi pubblici.

Il testo prevede la proroga fino al 30 aprile 2021 dell’applicazione delle disposizioni del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 2 marzo 2021 (salvo che le stesse contrastino con quanto disposto dal medesimo decreto-legge) e di alcune misure già previste dal decreto-legge 13 marzo 2021, n. 30. In particolare, la proroga riguarda:
– l’applicazione nelle zone gialle delle misure della zona arancione;
– l’estensione delle misure previste per la zona rossa in caso di particolare incidenza di contagi (superiori a 250 casi ogni 100mila abitanti e nelle aree con circolazione delle varianti) sia con ordinanza del Ministro della salute che con provvedimento dei Presidenti delle Regioni;
– la possibilità, nella zona arancione, di uno spostamento giornaliero verso una sola abitazione privata abitata in ambito comunale.

Il testo prevede la possibilità entro il 30 aprile di apportare modifiche alle misure adottate attraverso specifiche deliberazioni del Consiglio dei Ministri.

ZONA GIALLA
Nessuna zona gialla quindi, fino al 30 aprile. Tutta Italia restera in zona arancione o rossa. Il Comitato tecnico scientifico ha più volte sottolineato che le misure previste per le zone gialle hanno dimostrato “una capacità di contenere l’aumento dell’incidenza ma non la capacità di ridurla“. Il decreto prevede però una verifica a metà aprile nel caso in cui la situazione epidemiologica lo consentirà, si valuterà la possibilità che le zone dove la diffusione del virus è più contenuta possano tornare in giallo e procedere dunque ad alcune riaperture, in particolar modo di bar e ristoranti, cinema e teatri.

SCUOLA
Il provvedimento dispone che dal 7 al 30 aprile 2021 sia assicurato inderogabilmente, sull’intero territorio nazionale, lo svolgimento in presenza dei servizi educativi per l’infanzia e della scuola dell’infanzia, nonché dell’attività didattica del primo ciclo di istruzione fino al primo anno della scuola media. Per i successivi gradi di istruzione è confermato lo svolgimento delle attività in presenza dal 50% al 75% della popolazione studentesca in zona arancione mentre in zona rossa le relative attività si svolgono a distanza, garantendo comunque la possibilità di svolgere attività in presenza per gli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali. I presidenti di Regione, a differenza di quanto è stato fino ad oggi, non potranno emanare ordinanze più restrittive per chiudere le scuole.

OBBLIGO VACCINI
Il decreto introduce disposizioni volte ad assicurare l’assolvimento dell’obbligo vaccinale da parte del personale medico e sanitario, prevedendo una dettagliata procedura per la sua operatività e adeguate misure in caso di inottemperanza (assegnazione a diverse mansioni ovvero sospensione della retribuzione);

STOP VISITE AD AMICI, MA A PASQUA SI’
Nelle zone rosse non sarà consentito andare a trovare parenti o amici una volta al giorno e in massimo due persone (oltre ai minori di 14 anni conviventi), ma sarà permesso nel weekend di Pasqua (dal 3 al 5 aprile) quando tutta Italia sarà in rosso. Non si potrà circolare neanche all’interno del proprio comune ma è consentito, una sola volta al giorno, spostarsi in ambito regionale in massimo due persone più i minori di 14 anni conviventi per andare a trovare parenti o amici. È inoltre sempre possibile svolgere attività motoria, ma solo in prossimità della propria abitazione, e attività sportiva all’aperto in forma individuale visite, sempre una sola volta al giorno e sempre in non più di due persone, saranno invece consentite in zona arancione, all’interno del comune di residenza.

In zona arancione invece le visite saranno consentite, sempre una sola volta al giorno e sempre in non più di due persone all’interno del comune di residenza.

BAR E RISTORANTI
Restano chiusi. Possibile solo l’asporto, fino alle 18, e la consegna a domicilio, fino alle 22 e solo per i ristoranti. In caso di ripristino delle zone gialle, bar e ristoranti potranno riaprire a pranzo.

COPRIFUOCO
Confermato il divieto di uscire di casa dalle 22 alle 5, fatti salvi casi di lavoro, salute o necessità.

modello_autodichiarazione_editabile_2021

Viabilità: divieto di transito ai velocipedi a pedalata assistita e a trazione elettrica su corso Cavour, via Regina Margherita e viale Crispi

Con propria ordinanza n.117 del 30/03/2021, il Sindaco ha disposto, di integrare le Ordinanze Dirigenziali n.11 del 15/01/2008 e n. 350 del 17/06/2013, con le quali veniva regolamentata la circolazione stradale veicolare su viale Crispi e su via Regina Margherita e corso Cavour nel tratto chiuso al traffico veicolare dei motori a scoppio, istituendo, altresì, sulle anzidette vie il DIVIETO DI TRANSITO a tutti i velocipedi a pedalata assistita e a trazione elettrica.

La presente Ordinanza diverrà operativa con l’apposizione da parte del Settore Competente al Traffico e alla Mobilità dell’apposita segnaletica.

Ai sensi del’art. 7-bis del D. L.vo 267/2000 le violazioni alla presente Ordinanza comporta l’applicazione della sanzione amministrativa pecuniaria da € 25,00 ad € 500,00.

INTERVENTI DI ADEGUAMENTO E DI ADATTAMENTO FUNZIONALE DEGLI SPAZI E DELLE AULE DIDATTICHE IN CONSEGUENZA DELL’EMERGENZA SANITARIA COVID-19 – OPERE EDILI. CODICE PROGETTO: 10.7.1A – FESR PON – PU – 2020 – 231 Asse II – Infrastrutture per l’Istruzione – Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) Obiettivo Specifico 10.7 – Azione 10.7.1 – INVESTIAMO NEL VOSTRO FUTURO

 

Il Settore Lavori Pubblici informa che, il Comune di Andria è stato destinatario di un contributo finanziario di € 670.000,00 a valere sul Programma Operativo Nazionale “Per la Scuola- Competenze e ambienti per l’apprendimento” 2014‑2020 – Asse II – Infrastrutture per l’istruzione – Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) e dell’Obiettivo specifico 10.7 – “Aumento della propensione dei giovani a permanere nei contesti formativi, attraverso il miglioramento della sicurezza e fruibilità degli ambienti scolastici”(FESR), nell’ambito dell’azione 10.7.1 “Interventi di riqualificazione degli edifici scolastici”, con Determinazione Dirigenziale n. 2322 del 22.10.2020, ha approvato gli elaborati progettuali relativi agli “Interventi di Adeguamento e di adattamento funzionale degli spazi e delle aule didattiche in conseguenza dell’emergenza sanitaria da Covid-19, presso le scuole primarie e secondarie di primo grado nel comune di Andria – 1° stralcio (opere edili) e 2° stralcio (sostituzione di infissi)”.

Il progetto esecutivo 1° Stralcio Opere edili ha previsto interventi di edilizia leggera e di adeguamento impiantistico, per un importo complessivo pari a di € 329.000,00.

Le scuole interessate dai suddetti lavori sono state:

-Istituto Comprensivo “Verdi-Cafaro”
1. Scuola Primaria ” G. Verdi”
-Istituto Comprensivo “Mariano-Fermi
2. Scuola Secondaria di I° grado “E. Fermi”
3. Scuola Primaria e Materna “A. Mariano”
Istituto Comprensivo “Don Bosco-Manzoni”
4. Scuola Secondaria di I grado “A. Manzoni”
5. Scuola Primaria “G. Rodari”
Istituto Comprensivo “Jannuzzi- Di Donna”
6. Scuola Primaria “C. Collodi”
8° Circolo Didattico “Rosmini”
7. Scuola Primaria “G. Falcone”

Per alcune delle sopra menzionate scuole, gli interventi previsti consistono nella sistemazione delle pertinenze scoperte esterne per consentire un agevole ingresso/uscita dall’istituto in sicurezza Covid-19, per le restanti scuole sono stati previsti interventi che interessano parti interne dell’edificio finalizzati a diminuire la densità di utilizzo degli spazi (aumento della distanza sociale).

Si precisa che,
– tutti gli interventi scelti sono stati selezionati facendo particolare attenzione a non comportare aggravio delle pregresse condizioni di sicurezza antincendio dato che lo stato di emergenza impone tempi stretti di progettazione e realizzazione e pertanto è stato necessario evitare interventi che comprendessero complesse valutazioni di carattere progettuale, procedurale e realizzativo.

– nelle scuole oggetto d’intervento non sono previste opere che comportano autorizzazione preventiva ai sensi dell’art. 94 del DPR 380/2001 e nemmeno denuncia ai sensi dell’art. 65 del DPR 380/2001.

Le nuove aule ricavate dagli spazi comuni sono state realizzate, con sistemi in muratura a secco realizzate con struttura portante in profilati di lamiera zincata a “C”, pannelli in cartongesso su entrambi le facciate e all’interno delle stesse un isolante acustico, tale da garantire l’isolamento acustico previsto per aule didattiche. Per migliorare la fruibilità dell’ambiente ricavato, sono stati sostituiti gli infissi esistenti con apertura ad anta con infissi scorrevoli. Il soffitto è stato ricoperto da un controsoffitto modulare in lastre di calcio fibrosilicato REI 120 in classe 0 delle dimensioni 600 x 600 mm. utile anche per alloggiare le nuove plafoniere per illuminare i nuovi ambienti. All’interno dei nuovi ambienti è stato realizzato un nuovo impianto di illuminazione e di illuminazione di emergenza, impianto di forza motrice, impianto per LIM e impianto di audio.

L’appalto è stato curato dal Servizio Lavori Pubblici del Comune ed i servizi di ingegneria ed architettura sono stati svolti dalla società TEKNE s.r.l.

12-03-2021_relazione-1-stralcio-opere-edili

INTERVENTI DI ADEGUAMENTO E DI ADATTAMENTO FUNZIONALE DEGLI SPAZI E DELLE AULE DIDATTICHE IN CONSEGUENZA DELL’EMERGENZA SANITARIA COVID-19. SOSTITUZIONE INFISSI CODICE PROGETTO: 10.7.1A – FESR PON – PU – 2020 – 232 Asse II – Infrastrutture per l’Istruzione – Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) Obiettivo Specifico 10.7 – Azione 10.7.1 – INVESTIAMO NEL VOSTRO FUTURO

Il Settore Lavori Pubblici informa che, il Comune di Andria è stato destinatario di un contributo finanziario di € 670.000,00 a valere sul Programma Operativo Nazionale “Per la Scuola- Competenze e ambienti per l’apprendimento” 2014‑2020 – Asse II – Infrastrutture per l’istruzione – Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) e dell’Obiettivo specifico 10.7 – “Aumento della propensione dei giovani a permanere nei contesti formativi, attraverso il miglioramento della sicurezza e fruibilità degli ambienti scolastici”(FESR), nell’ambito dell’azione 10.7.1 “Interventi di riqualificazione degli edifici scolastici”. Con Determinazione Dirigenziale n. 2599 del 17.11.2020, ha approvato gli elaborati progettuali relativi agli “Interventi di Adeguamento e di adattamento funzionale degli spazi e delle aule didattiche in conseguenza dell’emergenza sanitaria da Covid-19, presso le scuole primarie e secondarie di primo grado nel comune di Andria – 1° stralcio (opere edili) e 2° stralcio (sostituzione di infissi)”.

Le scuole oggetto d’interventi di edilizia leggera e di adeguamento impiantistico, rientranti nel presente Progetto Esecutivo – 2° stralcio “ Sostituzione infissi” per un importo complessivo pari a di € 341.000,00, sono di seguito elencate:.

Le scuole interessate dai suddetti lavori sono state:

-Istituto Comprensivo “Vittorio Emanuele III- Dante Alighieri”
1. Scuola Secondaria di I° grado “Dante Alighieri”
-Istituto Comprensivo “Don Bosco-Manzoni”
2. Scuola Primaria “G. Rodari”

Per le suddette scuole, gli interventi eseguiti consistono nella sostituzione degli attuali infissi ad anta delle aule didattiche, con infissi a scorrimento parallelo, per un’ottimizzazione degli spazi, in modo che gli alunni possano usufruire di tutta la superficie utile delle aule, ottimizzare la disposizione dei banchi e conseguire un maggiore distanziamento sociale.

Gli infissi installati sono in allumino verniciati con colori RAL, ferramenta di chiusura a nastro con più punti di chiusura, accessori cerniere e cremonese in tinta, il tutto con telaio a taglio termico, completi di vetro camera Basso Emissivo con Gas Argon e canalina Warm Edge. Le vetrate sono composte principalmente da due ante apribili scorrevoli in linea. Gli infissi esposi a sud, sono completi di frangisole regolabili per meglio contrastare l’effetto dell’irraggiamento solare durante le ore di lezione in modo che gli alunni non debbano avere la necessità di allontanarsi con i banchi dalle aree più prossime alle finestr.

L’appalto è stato curato dal Servizio Lavori Pubblici del Comune ed i servizi di ingegneria ed architettura sono stati svolti dalla società TEKNE s.r.l.

12-03-2021_relazione-2-stralcio-sostituzione-di-infissi

Sindaco Bruno: al via 5° Bando Borse di studio “Aldo Moro” 2021

Anche la Federazione dei Centri Studi “Aldo Moro e Renato dell’Andro” di Bari tra i patrocinatori del 5° bando delle Borse di Studio 2021 dedicate allo statista ucciso dalle Br.

Insieme alla Federazione, l’iniziativa coinvolge l’Associazione Consiglieri regionali della Puglia, l’Associazione ex Parlamentari della Puglia ed il Consiglio regionale della Puglia ed ha lo scopo di favorire la conoscenza della vita, del pensiero, dell’azione e della tragica morte di Aldo Moro e di incrementare nei giovani la riflessione, la ricerca e lo studio sullo Statista.

Possono partecipare al Bando tutti i cittadini italiani e stranieri che non abbiano superato il 30° anno di età alla data del bando, nonché gruppi di studenti italiani e stranieri che frequentino in Italia Istituti Scolastici o Università, con specifica indicazione dei nominativi dei partecipanti al gruppo.

Gli elaborati devono consistere in temi, tesi di laurea, tesine, filmati, documentari audiovisivi, fotografie e devono necessariamente riguardare i seguenti temi:
1. Aldo Moro: Professore Universitario;
2. Aldo Moro e la Puglia nei 55 giorni che vanno dal 16 marzo al 9 maggio 1978;
3. Il Lodo Moro;
4. Aldo Moro: dal martirio alla santità;
5. Aldo Moro e La Gazzetta del Mezzogiorno;
6. Gli amici di Aldo Moro;
7. Fotografie di Aldo Moro con didascalia comprendente luogo e data dell’evento;
8. I lavori della Commissione Moro-2;
9. Il Memoriale Moro di via Montenevoso;
10. La politica economica di Aldo Moro.

La scadenza per la consegna dei lavori è fissata al 24° settembre 2021.

“Anche questa edizione del bando – commenta il Sindaco, avv. Giovanna Bruno, che è anche Presidente della Federazione dei Centri Studi “Aldo Moro e Renato dell’Andro” di Bari – deve trovare tutta l’attenzione ed il coinvolgimento possibili per continuare ad approfondire la figura dello Statista e scoprirne la disarmante attualità.

La profondità del Suo pensiero e la lungimiranza della Sua azione politica devono trovare altri cittadini e studenti disposti a studiarne il pensiero giuridico e politico, la Sua capacità di mediazione unita a quella di governo, la Sua dimensione spirituale, umana e familiare”.

In allegato il bando.

23-03-2021_bando-borse-di-studio-moro-2021

1 2 3

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" ne autorizzi il loro utilizzo.

Chiudi

Powered by themekiller.com anime4online.com animextoon.com apk4phone.com tengag.com moviekillers.com