Affidamento in concessione gratuita, per finalità sociali, dei beni confiscati alla criminalità organizzata, di proprietà comunale, a favore di soggetti privati: avviso pubblico

Il Settore Lavori Pubblici, Manutenzioni Straordinarie ed Ordinarie, Infrastrutture, Edilizia Scolastica, Espropri, Patrimonio e Demanio – Servizio Patrimonio comunica che dal 29 novembre 2021 è pubblicato l’AVVISO per l’affidamento in concessione gratuita, per finalità sociali, dei beni confiscati alla criminalità organizzata, di proprietà comunale, a favore di soggetti privati. (Destinazione di beni confiscati ai sensi dell’art.3 della Legge 07/03/1996 n.109 e s.m.i. e dell’art.48 comma 3, lettera c) del D.Lgs 159 del 06/09/2011).

Il presente Avviso Pubblico ha per oggetto l’individuazione della manifestazione di interesse dei soggetti cui concedere in uso i seguenti beni immobili:
1 – Terreno agricolo sito in c.da Parco Excelsis
Fg.83 p.lla 38 – (mq 3’052,00)
Beni destinati a finalità sociali, in particolare per essere adibito a sedi di organizzazioni di volontariato che operano nel sociale.
2 – Terreno con fabbricato rurale sito in c.da Monte Carafa
Fg.125 p.lle 87 e 88 (mq 2’585,00 + mq 2’770,00)
Fg.125 p.lla 351(fabbricato rurale mq 57,00)
Beni destinati a finalità sociali, in particolare per essere utilizzati come centro di recupero per tossicodipendenti gestito direttamente dall’Amministrazione comunale o per tramite di associazioni di volontariato.
3 – Immobili siti in Via Santa Chiara 1/3
Fg.210 p.lla 174 sub 1 (locale) 7 (appartamento)
Beni destinati a finalità sociali per la realizzazione di progetti che promuovano il riuso sociale dei beni confiscati, per potenziare infrastrutture e servizi, per migliorare la qualità della vita dei cittadini e favorire l’integrazione sociale delle persone a maggiore rischio di esclusione; per realizzare attività sociali in senso ampio al servizio del territorio al fine di rafforzare e accrescere la cultura della legalità e creare un’opportunità di sviluppo e di lavoro, con l’obiettivo di creare centri e luoghi di aggregazione al fine di combattere il disagio sociale, l’emarginazione, l’isolamento, la disoccupazione.

I soggetti a cui possono essere concessi a titolo gratuito i beni confiscati per finalità sociali sono quelli di cui all’art. 48 comma 3, lettera c) del D.Lgs 159 del 06/09/2011, ed elencati all’art. 2 dell’Avviso Pubblico. All’art.5 sono riportate le modalità di presentazione dell’istanza.

Termine ricezione delle istanze: ore 12,00 del giorno 30 dicembre 2021 (giovedì), al seguente indirizzo: UFFICIO PROTOCOLLO DEL COMUNE DI ANDRIA – Settore Lavori Pubblici, Manutenzioni Straordinarie ed Ordinarie, Infrastrutture, Edilizia Scolastica, Espropri, Patrimonio e Demanio, P.ZA UMBERTO I, 76123 ANDRIA., secondo le modalità indicate nell’avviso.

Altre informazioni: l’Avviso Pubblico e tutti i suoi allegati (modelli 1-2-3, clausole contrattuali essenziali, n.3 Relazioni Tecniche) sono pubblicati integralmente sul sito del Comune www.comune.andria.bt.it, all’Albo Pretorio, dal 29/11/2021 al 30/12/2021: sez. “Avvisi Vari” n. Reg. 5855/2021. http://www.albo.comune.andria.bt.it/web/trasparenza/albo-pretorio/-/papca/display/102714?p_auth=0cVsEvOu

Responsabile del procedimento amministrativo: Dirigente del Settore Lavori Pubblici, Manutenzioni Straordinarie ed Ordinarie, Infrastrutture, Edilizia Scolastica, Espropri, Patrimonio e Demanio protempore.

Per Il Dirigente – Arch. Pasquale Antonio Casieri
Il Capo Servizio – Dott.ssa Maria Buongiorno

29-11-2021_avviso-pubblico-per-laffidamento-in-concessione-gratuita-per-finalit-sociali-dei-beni-confiscati-alla-criminalit-organizzata-di-propriet-comunale-a-favore-di-soggetti-privati.

29-11-2021_1-relazione-terreno-parco-dexcelsis

29-11-2021_2-relazione-terreno-monte-carafa

29-11-2021_3-relazione-immobili-via-santa-chiara-1-27

29-11-2021_allegato-1_istanza

29-11-2021_allegato-2_dichiarazione-sostitutiva

29-11-2021_allegato-3_attivita-svolte

29-11-2021_clausole-contrattuali-essenziali-terreni-2021

Covid: “Misure urgenti di solidarietà alimentare”

Con Delibera n. 154 del 14/10/2021 la Giunta Comunale ha stabilito i criteri per Beneficiare delle misure urgenti di solidarietà alimentare e di sostegno alle famiglie, come stabilito dal decreto “sostegni bis”.

I cittadini interessati potranno presentare apposita istanza, esclusivamente on line, accedendo alla piattaforma attraverso il link/banner presente sul sito web www.comune.andria.bt.it.

La misura si articola su 3 fattispecie di aiuti:

A. BUONI SPESA ALIMENTARI: attraverso voucher (accredito virtuale su tessera sanitaria);

B. SOSTEGNO al PAGAMENTO del CANONE di LOCAZIONE (contributo economico accreditato su conto corrente bancario/postale o carta prepagata con IBAN, con esclusione del libretto postale);

C. SOSTEGNO AL PAGAMENTO DELLE UTENZE DOMESTICHE (contributo economico accreditato su conto corrente bancario/postale o carta prepagata con IBAN, con esclusione del libretto postale).

I cittadini interessati potranno presentare apposita istanza, esclusivamente on line, accedendo alla piattaforma attraverso il seguente link/banner: https://voucher.sicare.it/sicare/buonispesa_login.php .

La procedura on line per la presentazione delle istanze sarà attiva per 20 (venti) giorni consecutivi decorrenti dalle ore 14:00 del 29/11/2021 (data di pubblicazione sull’Albo Pretorio del predetto Avviso Pubblico) e fino alle ore 24:00 del giorno 19/12/2021. I buoni potranno essere spesi fino alla data del 31 MAGGIO 2022.

29-11-2021_1.-determinazione-dirigenziale-n.-3453-del-26.11.2021

29-11-2021_2.-avviso-pubblico-misure-solidarieta-alimentare-2021

Covid-19: buoni spesa, manifestazione di interesse esercenti a convenzionarsi entro il 13 dicembre

Il Settore Servizi Sociali – Demografici – Educativi intende individuare gli esercizi commerciali operanti nel territorio comunale e interessati ad aderire all’iniziativa di solidarietà alimentare prevista dall’art. 53 del Decreto Legge n. 73 del 25 maggio 2021 recante “Misure urgenti connesse all’emergenza da COVID-19 per le imprese, il lavoro, i giovani, la salute e i servizi territoriali” convertito in legge (L. 106/2021).

Con tale disposizione normativa il Ministero dell’Interno di concerto con il Ministero delle Economie e delle Finanze, ha istituito un nuovo fondo di 500 milioni di euro per l’anno 2021 da destinare ai Comuni e in particolare al Comune di Andria sono state assegnate risorse per complessivi €. 1.941.753,53 per l’attuazione delle misure di cui all’art. 53 del D.L. n. 73/2021.

L’obiettivo della manifestazione di interesse è la costituzione di un elenco di esercizi commerciali, che potranno convenzionarsi con il Comune per poter erogare l’importo dei buoni spesa spettanti ai cittadini individuati dal Comune, tramite l’uso di una app e una procedura informatizzata.

I cittadini potranno utilizzare il valore del buono erogato per l’acquisto di generi alimentari che il Comune di Andria assegnerà ai nuclei familiari più esposti agli effetti economici derivanti dall’emergenza epidemiologica da virus COVID–19 e a quelli in stato di bisogno.

Gli esercenti già iscritti risulteranno confermati d’Ufficio, salvo la facoltà di comunicare la propria rinuncia. Il predetto elenco, sarà costantemente aggiornato secondo le indicazioni dell’ avviso pubblico, il cui testo integrale è allegato.

La dichiarazione dovrà essere inviata, unitamente alla copia di un documento di riconoscimento in corso di validità del legale rappresentante dell’esercizio, SOLO ed ESCLUSIVAMENTE a mezzo PEC (sociosanitario@cert.comune.andria.bt.it), entro e non oltre le ore 12:00 del giorno 13/12/2021.

Solo dopo la regolare ammissione (SOLO per NUOVE ADESIONI) da parte del Comune di Andria, l’esercizio commerciale potrà iscriversi in piattaforma SiVoucher. I buoni potranno essere spesi fino alla data del 31 MAGGIO 2022.

29-11-2021_1.-determina-manifestazione-di-interesse-n.-3462-del-26.11.2021

29-11-2021_2.-avviso-pubblico-manifestazione-di-interesse

29-11-2021_3.-elenco-esercizi-commerciali-gia-ammessi

29-11-2021_4.-modulo-di-domanda-manifestazione-di-interesse-nuove-iscrizioni

29-11-2021_5.-modulo-di-domanda-di-cancellazione-elenco-esercenti-commerciali

Accesso al “Fondo per iniziative di Mobility Management” (art.51 – comma 7 decreto Legge 25 maggio 2021 n.73 convertito in LEGGE n.106 del 23 luglio 2021): avviso pubblico

Di seguito il testo dell’avviso pubblico del Servizio Mobilità.

Questo Ente è assegnatario di Risorse del “Fondo per iniziative di Mobility Management” (art.51 – comma 7 decreto Legge 25 maggio 2021 n.73 convertito in LEGGE n.106 del 23 luglio 2021), giusta Decreto Ministeriale n.436 del 5 novembre 2021 , pervenuto a questo Ente il 23.11.2021, con prot.n.0101499.

Al fine di presentare le iniziative previste nei piani spostamento casa-lavoro-casa del personale delle imprese e delle pubbliche amministrazioni di cui all’art.229, comma 4 del decreto legge 19 maggio 2020 n.34, e i piani casa-scuola-casa degli istituti scolastici di ogni ordine e grado, di cui all’art.5, comma 6, della Legge 28 dicembre 2015, n.221, predisposti ed adottati entro il 31 agosto 2021, previa nomina rispettivamente dei mobility Manager aziendali e scolastici,

S I  I N V I T A N O

le IMPRESE, le PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI di cui al decreto legge 19 maggio 2020 n.34, convertito in LEGGE 77/2020, che abbiano provveduto alla nomina del Mobility Manager art. 229 dello stesso Decreto, a predisporre, entro il 31 agosto 2021, un PIANO degli Spostamenti Casa-Lavoro del proprio personale;

– gli ISTITUTI SCOLASTICI di ogni ordine e grado che abbiano provveduto, previa nomina del Mobility Manager Scolastico di cui all’art.5, comma 6, della Legge 28 dicembre 2015 n.221, a predisporre, entro il 31 agosto 2021 un Piano degli spostamenti casa – scuola – casa del personale scolastico e degli alunni

A  T R A S M E T T E R E

i predetti piani per consentire la selezione delle iniziative ivi previste da finanziare nell’ambito delle risorse disponibili.

Andria, 26 novembre 2021

Il Dirigente del Settore                                        L’Assessore alla Mobilità
Ing. Santola QUACQUARELLI                              dr. Pasquale COLASUONNO

26-11-2021_avviso-pubblico-mobility-manager

Dal 15 novembre: anche ad Andria certificati online

Dal 15 novembre 2021, anche i cittadini del Comune di Andria, potranno scaricare i certificati anagrafici online in maniera autonoma e gratuita, per sé o per un componente della propria famiglia, senza bisogno di recarsi allo sportello.

L’Anagrafe nazionale della popolazione residente (ANPR), che include anche l’Anagrafe degli italiani residenti all’estero (AIRE), è un sistema integrato, efficace e con alti standard di sicurezza, che consente ai Comuni di interagire con le altre amministrazioni pubbliche.

Usufruirne è facile, basta accedere al portale https://www.anpr.interno.it/ con la propria identità digitale (Spid, Carta d’Identità Elettronica, CNS-Carta nazionale dei servizi) e richiedere il documento di proprio interesse.

Se la richiesta è per un familiare verrà mostrato l’elenco dei componenti della famiglia per cui è possibile richiedere un certificato.

Il servizio, inoltre, consente la visione dell’anteprima del documento per verificare la correttezza dei dati e di poterlo scaricare in formato .pdf o riceverlo via mail.

Dal portale ANPR, potranno essere richiesti i seguenti certificati:
– Anagrafico di nascita
– Anagrafico di matrimonio
di Cittadinanza
– di Esistenza in vita
– di Residenza
– di Residenza AIRE
– di Stato civile
– di Stato di famiglia
– di Stato di famiglia e di stato civile
– di Residenza in convivenza
– di Stato di famiglia AIRE
– di Stato di famiglia con rapporti di parentela
– di Stato Libero
– Anagrafico di Unione Civile
– di Contratto di Convivenza

Alcuni di detti documenti potranno essere acquisiti anche in forma contestuale (ad esempio cittadinanza, esistenza in vita e residenza potranno essere richiesti in un unico certificato).

“Con questa misura si compie un ulteriore passo in avanti verso la semplificazione della fruizione di servizi per i cittadini” – commenta l’Assessora all’Innovazione Tecnologica, Viviana Di Leo. “Il Comune di Andria sta cercando di mettersi al passo anche a seguito dell’accelerazione richiesta dalla pandemia. Vogliamo cogliere questo periodo storico così negativo per rilanciare un settore strategico, ma troppo spesso sottovalutato. L’innovazione dell’Anagrafe Nazionale ANPR è stata l’ulteriore occasione che ci mette al pari con tante altre realtà e con i servizi che un capoluogo deve dare”.

E aggiunge l’Assessore Colasuonno: “Un servizio in più per i cittadini, che del resto sono ormai sempre più abituati a sbrigare pratiche ufficiali o dal valore legale via web. Prevedibilmente la maggioranza degli andriesi, in breve tempo, preferirà l’opzione online per questo genere di procedure, cosa che in medio periodo ci permetterà anche di ripensare l’assetto organizzativo di alcuni uffici nel senso di un loro efficientamento”.

Cimitero comunale: orario invernale

La San Riccardo Srl, concessionaria dei servizi cimiteriali nella città di Andria, informa che dal 31 ottobre 2021, il Cimitero comunale osserverà i seguenti orari di apertura:
– dal lunedì al sabato: dalle ore 7:00 alle ore 12:30 e dalle ore 15:00 alle ore 17:30;
– Domenica e festivi: dalle ore 7:30 alle ore 12:30 – pomeriggio chiuso.

Apertura Uffici amministrativi
Dal lunedì al venerdì: dalle ore 8.30 alle ore 12.30;
Martedì e giovedì: dalle ore 15.00 alle ore 17.00.
Info: tel.0883/565443

CENTRO STORICO: ZTL ATTIVA TUTTI I GIORNI DALLE ORE 20.30 ALLE ORE 05.00

Pubblicata sull’Albo Pretorio l’ordinanza n.334 del 05/11/2021, del Settore Mobilità e Viabilità che, per la regolamentazione della circolazione nei centri abitati, ha istituito il divieto di accesso, di transito e di sosta a tutti i veicoli, dalle ore 20.30 sino alle ore 05.00 del giorno successivo, eccetto quelli autorizzati previsti dal regolamento comunale di disciplina per l’accesso e la circolazione veicolare nella ZTL, su tutte le strade interne all’anello di delimitazione del Centro Storico rappresentato da Piazza Porta La Barra, Via F. Orsini, Piazza R. Settimo, Via Sen. O. Jannuzzi, Piazza M.R. Imbriani, Via A. De Gasperi, Via G. Bovio, Piazza Umberto I, Via Attimonelli, Pendio S. Lorenzo, Via Porta Nuova, Via G. Manthonè.

E’ abrogato ogni precedente provvedimento in contrasto con la presente ordinanza.

Ai sensi dell’art. 5, comma 3, e dell’art. 7, comma 10, del D.Lgs. 30 aprile 1992, n. 285, la presente ordinanza sarà resa nota al pubblico mediante i prescritti segnali.

OBBLIGO ESIBIZIONE E VERIFICA GREEN PASS

Il Consiglio dei Ministri del 16 settembre 2021 ha approvato un decreto-legge che introduce misure urgenti per assicurare lo svolgimento in sicurezza del lavoro pubblico e privato mediante l’estensione dell’ambito applicativo della certificazione verde COVID-19 e il rafforzamento del sistema di screening. Le Linee Guida alla cui adozione è stato delegato il Governo sono state emanate con DPCM in data 12/10/2021, non ancora pubblicato.

La disciplina approvata coinvolge i lavoratori di tutte le amministrazioni pubbliche ex art.1, comma 2 d.lgs.165/2001, quindi anche quelli dei comuni.

L’obbligo vale anche per i titolari di cariche elettive e di cariche istituzionali di vertice (Consiglieri Comunali, Presidente del Consiglio, Sindaco ed Assessori) ed è esteso ai soggetti, anche esterni, che svolgono a qualsiasi titolo, la propria attività lavorativa, formativa o di volontariato presso le pubbliche amministrazioni (es. tirocinanti, volontari…) o che a tale titolo abbiano accesso ad essa per prestarvi la propria attività.

Pertanto, con decorrenza 15/10/2021 e fino al termine di cessazione dello stato di emergenza, al fine di prevenire la diffusione dell’infezione da SARS-CoV-2, per tutti i dipendenti del Comune e per tutti coloro che svolgono la propria attività istituzionale nonché, a qualsiasi titolo, la propria attività lavorativa o di formazione o di volontariato o di stage o di tirocinio presso l’amministrazione, anche sulla base di contratti esterni, è fatto obbligo di possedere e di esibire su richiesta la certificazione verde COVID-19.

Le sedi del Comune di Andria sono:
il Palazzo Comunale centrale, sito in piazza Umberto I;
il Palazzo sito in piazza Trieste e Trento;
l’immobile di Largo Grotte;
l’immobile in cui è allocato il Servizio Tributi;
l’immobile in cui sono allocati gli uffici del Corpo di P.L. e gli uffici del G.d.P.;
l’immobile in cui ha sede la Biblioteca;
i depositi destinati ai manutentori e giardinieri dipendenti dal Comune;
il Mercato Ortofrutticolo.

Non sono tenuti all’obbligo di esibizione del green pass:
a) i soggetti, ancorchè dipendenti, esenti dalla campagna vaccinale sulla base di apposita certificazione medica rilasciata secondo i criteri definiti con circolare del Ministero della Salute;

b) – gli utenti, essendo tali coloro che si recano presso gli uffici o le diverse sedi come sopra elencate per l’erogazione del servizio che il Comune è tenuto a prestare.

Tutti i Dirigenti/Responsabili Apicali, nella loro qualità di datori di lavoro formalmente incaricati con Decreto Sindacale, o loro delegati formalmente individuati, saranno tenuti a verificare il possesso di Green Pass in corso di validità da parte dei collaboratori del proprio settore, nonché di tutti coloro che si rapportano con l’amministrazione per attività lavorativa, di formazione o di volontariato con il settore rispettivamente diretto.

Le verifiche, concordate di effettuazione con modalità “a tappeto”, giusta esito del Comitato di Direzione in data 12/10 ed intesa con le OO.SS. In data 13/10/2021, saranno effettuate al momento dell’ingresso nelle sedi comunali, tramite l’applicazione VerificaC19, che scannerizza il Qr-code presente sulla certificazione verde. A seguito del primo periodo di avvio delle attività di verifica potranno essere definite, dai Dirigenti/responsabili/datori di lavoro, modalità diverse di verifica, anche a campione.

Si ricorda che i datori di lavoro e/o loro delegati che trascurino di effettuare le verifiche sul Green Pass potranno ricevere una sanzione che va dai 400,00 ai 1.000,00 euro.

Il dipendente o soggetto diverso che non è in possesso del Green Pass o si rifiuti di esibirlo, o della certificazione medica rilasciata secondo i criteri definiti con circolare del Ministero della salute, comunicata al Medico competente e da questi al Dirigente, è immediatamente invitato ad allontanarsi dal soggetto verificatore ed è considerato assente ingiustificato fino alla presentazione della predetta certificazione e comunque sino al 31/12/2021, con diritto alla conservazione del rapporto di lavoro. Per le giornate di assenza ingiustificata non sono dovuti la retribuzione né altro compenso o emolumento comunque denominato.

Per coloro che accedano ugualmente ai luoghi di lavoro, pur se sprovvisti di green pass o di certificazione medica rilasciata secondo i criteri definiti con circolare del Ministero della salute, comunicata al Medico competente, è prevista la sanzione pecuniaria da 600,00 a 1500,00 euro e restano ferme, per i lavoratori dipendenti, le conseguenze disciplinari previste dall’ordinamento vigente.

I Dirigenti/Responsabili che, a seguito di verifica diretta o di segnalazione da parte dei delegati preposti al controllo, accertano la violazione, comunicano l’avvenuta violazione al Prefetto, al fine dell’irrogazione della sanzione.

Verrà data ulteriore opportuna comunicazione in caso di emanazione di ulteriori linee guida ministeriali.

14-10-2021_obbligo-esibizione-e-verifica-green-pass

AVVISO PUBBLICO – OBBLIGO GREEN PASS

Si avvisano tutti i soggetti che svolgono, a qualsiasi titolo, la propria attività lavorativa o di formazione o di volontariato o di tirocinio o di stage presso il Comune di ANDRIA, che dal 15 ottobre 2021 è fatto obbligo di possedere ed esibire, al momento dell’accesso all’Ente, il Green Pass in corso di validità o il tampone in corso di validità o altra certificazione rilasciata secondo i criteri definiti con circolare del Ministero della salute.

Apposita circolare di maggiore dettaglio è pubblicata sulla home page del sito istituzionale dell’ente.

14-10-2021_avviso-pubblico-obbligo-green-pass

TARI 2021: IN ARRIVO LE BOLLETTE

Il Servizio Tributi informa che, nei prossimi giorni, saranno recapitate le bollette di pagamento della TARI 2021.

Le scadenze approvate con la delibera di consiglio comunale 48 del 29/7/2021 sono 30 settembre 2021, 30 novembre 2021 e 30 marzo 2022.

Considerato il ritardo nella spedizione, si porta a conoscenza dei contribuenti che nell’ipotesi in cui la bolletta dovesse pervenire successivamente alla data della prima scadenza, il contribuente potrà versare la prima rata nei successivi 15 giorni dal suo ricevimento senza sanzioni e interessi.

INFORMAZIONI SU TARIFFE E BOLLETTE

In ottemperanza alle norme emanate per il contrasto della diffusione del COVID 19 e al fine di evitare assembramenti, le informazioni, segnalazioni e gestione delle istanze e dei procedimenti verranno rese con le seguenti modalità:

telefonicamente ai seguenti numeri nella fascia oraria dalle 10.00 alle 13.00:

TARI UTENZE DOMESTICHE: G. Bonomo 0883/290402- M. Di Pietro 0883/290303 – N. Melillo 290490 – V.Mosca 0883/290707 – M. Nesta 290336 – V.Pierini 290708 – A. Ragno 290711;

TARI UTENZE NON DOMESTICHE: S.Liso 0883/290463 – A. Petruzzelli 0883/290527- M. Anelli 0883/290709; – CONTENZIOSO: R. Scamarcio 0883/290351;

– telefonando dalle ore 10.00 alle ore 13.00 al numero dell’Ufficio Tributi 0883/290712 attivo dal lunedì al venerdì per ottenere informazioni o per fissare appuntamento;

– per l’inoltro di istanze e documentazione integrativa utilizzare l’indirizzo pec: tributi@cert.comune.andria.bt.it

– per segnalazioni disservizi o per specifiche e particolari problematiche inviare mail al seguente indirizzo: d.denigris@comune.andria.bt.it

Si informa, inoltre, che eventuali piccole variazioni nel nucleo dei componenti familiari (per studenti o lavoratori fuori sede, per nascite o decessi), piccole variazioni di metri quadri tassati e cambi di intestazione della bolletta nello stesso nucleo familiare, saranno calcolate a conguaglio sull’ultima rata. Pertanto i contribuenti potranno pagare la prima rata e, prima del saldo della terza rata, contattare con più tranquillità, telefonicamente (088329712) o via mail, l’Ufficio per apportare le variazioni necessarie e ricevere via mail o ritirare, previo appuntamento, l’ultima rata della bolletta ricalcolata con l’importo finale dovuto.

Ulteriori informazioni e modulistica sono consultabili al seguente link istituzionale:

1)https://www.comune.andria.bt.it/t-a-r-i/

2)https://www.comune.andria.bt.it/come-fare-per/avere-informazioni-sui-tributi/

3) banner “PORTALE TRASPARENZA GESTIONE RIFIUTI URBANI” presente nella home page del sito istituzionale https://www.comune.andria.bt.it/

4) LINK MATE: accedendo al portale i contribuenti potranno svolgere in autonomia la maggior parte delle pratiche che abitualmente si effettuano allo sportello ( dichiarazioni TARI, dichiarazioni IMU, variazione di dati) oltre visionare la propria situazione catastale, i versamenti effettuati ed eventualmente anche segnalare eventuali discordanze di dati accedendo all’applicazione LINK MATE attraverso il banner presente in home page del sito www.comune.andria.bt.it (in fase di primo accesso occorre registrarsi e richiedere la password all’Ufficio Tributi).

5) Qualora si volesse optare per la ricezione informato elettronico del presente atto nonché per la ricezione di eventuali comunicazioni circa le variazioni delle condizioni di erogazione del servizio e/o dell’attività di gestione tariffe e rapporti con l’utenza, occorre inviare una semplice richiesta/comunicazione via mail alla pec: tributi@cert.comune.andria.bt.it indicando l’indirizzo mail o pec al quale si desidera ricevere le comunicazioni, allegando copia di un documento di identità.

ISTRUZIONE PER I PAGAMENTI TARI DA PARTE DEI RESIDENTI ALL’ESTERO.

Come previsto nella risoluzione ministeriale 10/DF del 02/12/2013 anche il versamento della TARI da parte dei cittadini residenti dall’estero, nel caso in cui non sia possibile utilizzare il modello F24 precompilato (recapitato a domicilio in allegato agli avvisi TARI), deve essere effettuato con la seguente modalità: bonifico bancario a favore del Comune di Andria – Tesoreria Comunale Intesa San Paolo utilizzando il codice IBAN: IT85 P030 6985 5000 0913 4274 496; il codice BICSWIFT: BCITITMM – Come causale del versamento devono essere indicati nell’ordine: il codice fiscale o la partita IVA del contribuente, la sigla “TARI 2021”, il nome del Comune ove sono ubicati gli immobili ANDRIA (cod. Ente A285) e il codice tributo 3944.

INFORMAZIONI SUL SERVIZIO

Si rinvia alla consultazione del sito www.comune.andria.bt.it BANNER color verde “Portale trasparenza SERVIZIO DI GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI” presente sulla home page del Comune di Andria e su quello della Società Impresa Sangalli Giancarlo & C. S.r.l.

1 2 3

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" ne autorizzi il loro utilizzo.

Chiudi

Powered by themekiller.com anime4online.com animextoon.com apk4phone.com tengag.com moviekillers.com