Chiesa Santa Maria Vetere

Guarda sulla mappa

La fondazione della Chiesa e del convento francescano degli Osservanti Minori, fuori le mura della città, risale probabilmente all’ epoca sveva (XIII sec.). Il nome deriva dal fatto che la Chiesa fu costruita su una antica cappella in cui si venerava una icona della Madonna.

L’originario impianto gotico fu completamente rimaneggiato nel XV sec. per interessamento di Francesco II del Balzo, mentre nella prima metà del XVIII sec. la Chiesa, a navata unica, fu completamente stuccata in stile barocco. Il convento, di cui si fa menzione per la prima volta in un documento del 1438, con chiostro decorato da affreschi, fu per lungo tempo sede di ministri provinciali dell’Ordine e in esso si conservava l’archivio. Nel 1656, in occasione della terribile pestilenza che colpì l’intera Europa, un’ala fu adibita a lazzaretto.

Dal 1868 è ospizio per anziani. Gran parte dell’arredo interno della Chiesa si deve alla munificenza della nobildonna Anna De Salsedo (1583), ivi sepolta. Pregevolissimo l’organo.

Fonte: AndriaApp

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" ne autorizzi il loro utilizzo.

Chiudi

Powered by themekiller.com anime4online.com animextoon.com apk4phone.com tengag.com moviekillers.com