Di seguito l’avviso pubblico del Settore Politiche Sociali.

AVVISO PUBBLICO
PER LA MANIFESTAZIONE DI INTERESSE
FINALIZZATA ALLA CONCESSIONE IN COMODATO D’USO GRATUITO AD ASSOCIAZIONI E SOGGETTI SENZA SCOPO DI LUCRO OPERANTI NEL SETTORE SOCIALE DEI LOCALI ED ANNESSI ARREDI DEL VI CIRCOLO DIDATTICO SITO IN BORGATA MONTEGROSSO .

Premessa
VISTA la Deliberazione di Giunta Comunale n. 221 del 26/07/2013 avente ad oggetto “ Bando GAL di attuazione della misura 321 “Servizi essenziali per l’economia e le popolazioni rurali”
Intervento 1 a “Servizi di carattere didattico, culturale e ricreativo a favore soprattutto di giovani in età scolare”. Candidatura a bando del Progetto relativo ai “Lavori di adeguamento plesso scuola elementare del VI Circolo Didattico in Borgata Montegrosso – Andria da adibire a Centro Aperto Polivalente per minori” il Comune di Andria provvedeva all’approvazione del progetto definitivo;

VISTA la Delibera di Giunta n.178 del 28/10/2021 con la quale la Giunta Comunale ha esplicitato indirizzo favorevole all’indizione di un avviso pubblico volto ad acquisire manifestazioni di interesse per individuare associazioni e soggetti senza scopo di lucro interessati alla concessione in comodato d’ uso gratuito dei locali ed annessi arredi del VI Circolo didattico sito in Borgata Montegrosso.

Il Comune di Andria adotta il presente Avviso in attuazione del principio di pubblicità preventiva, finalizzata all’individuazione di operatori nel settore sociale da consultare nel rispetto dei principi di non discriminazione, parità di trattamento, proporzionalità e trasparenza contemplati dal D.lgs. n.50/2016, al fine di effettuare una indagine conoscitiva di mercato finalizzata all’ individuazione di soggetti in possesso dei requisiti richiesti, da consultare per l’affidamento in comodato d’ uso gratuito dell’ immobile in oggetto, atteso che la precedente convenzione di concessione in comodato d’uso gratuito degli stessi locali , é scaduta .
Non verranno prese in considerazione le domande che prevedono un utilizzo dell’ immobile richiesto per finalità a scopo di lucro o diverse da quelle esplicitate nel presente avviso.

1. SOGGETTI DESTINATARI:

Il presente Avviso é rivolto preferibilmente alle associazioni di volontariato o di promozione sociale, iscritte nei rispettivi albi regionali, organizzazioni, enti e gruppi riconosciuti, senza scopo di lucro, operanti nel settore sociale, la cui attività abbia rilevanza sociale e radicamento sul territorio.

La partecipazione alla presente manifestazione di interesse comporta per ogni richiedente, l’accettazione implicita ed incondizionata delle norme richiamate e di quanto contenuto nel presente Avviso.

2. DESTINAZIONE D’ USO E MODALITA’ DI UTILIZZO DEI LOCALI

I Rapporti tra il Comune (Comodante ) e il Comodatario saranno regolati mediante apposito contratto di comodato d’uso gratuito soggetto a registrazione. Le eventuali spese saranno a carico poste a carico del comodatario.

Il Comodatario, ai sensi e per gli effetti dell’art. 1804 del c.c., dovrà adibire l’immobile necessariamente alla realizzazione di un programma di attività finalizzate all’integrazione sociale, alla socializzazione e all’ intrattenimento di minori, giovani e anziani residenti nell’ agro di Montegrosso, da indicare nel progetto presentato in sede di manifestazione di interesse.

Il Comodatario utilizzerà i locali concessi in modo adeguato, nel rispetto di tutte le norme di sicurezza, di igiene, dei regolamenti comunali e delle disposizioni vigenti, applicabili con la natura degli spazi e delle attività svolte.

Le attività svolte saranno esclusivamente quelle offerte in questa sede e tutte le attività ad esse correlate, nel rispetto dei regolamenti comunali applicabili.

3. PROCEDURA DI PRESENTAZIONE DELLE CANDIDATURE.

Le candidature dovranno pervenire, a pena di esclusione, all’ indirizzo di posta elettronica certificata pec: sociosanitario@cert.comune.andria.bt.it, entro e non oltre il giorno 25/11/2021 alle ore 12,00 utilizzando il modulo allegato unitamente alla copia del documento di riconoscimento del legale rappresentante del soggetto richiedente.

Le candidature pervenute dopo tale termine non saranno prese in considerazione, neppure se sostitutive, integrative o modificative di quelle già presentate in tempo utile.

I richiedenti dovranno allegare alla domanda di partecipazione il progetto di utilizzo e gestione dei locali.

Il legale rappresentare del soggetto richiedente, nella domanda dovrà dichiarare di :
a) utilizzare gli spazi concessi per le finalità e i tempi richiesti ;
b) di osservare i regolamenti, le disposizioni e munirsi, ove previsto, a sua cura e spese, di tutte le licenze ed autorizzazioni necessarie allo svolgimento delle attività previste nel progetto ;
c) di garantire la conservazione e il buon uso del locali, delle cose e delle attrezzature in esso contenute, assumendosi l’onere di eventuali danni ;
d) di restituire, alla scadenza della concessione, tutto ciò che ha formato oggetto della stessa, allo stato originale e libero da persone e cose di proprietà del comodatario ;
e) di esonerare espressamente il Comune di Andria da ogni responsabilità per danni diretti o indiretti che potessero derivargli da fatto doloso o colposo di terzi in genere;
f) di assumersi la responsabilità di qualunque comportamento, evento o fatto che, durante lo svolgimento della propria attività, provochi danni a persone e/o cose che accada all’ interno dei locali e delle pertinenze durante il periodo oggetto della concessione o dei locali ;
g) di farsi carico della ordinaria manutenzione della struttura, ai fini della corretta conservazione del bene, della custodia, della sorveglianza e della pulizia dell’ immobile senza nulla pretendere dall’ Ente,
h) di intestare a se medesimo le utenze ( luce, gas, energia elettrica, acqua etc.);
i) di non concedere ( tramite sub-comodato o locazione ) a terzi i locali oggetto di comodato;
l) di essere in regola con gli obblighi relativi al pagamento di imposte e tasse previsti dalla legislazione vigente ;
m) di non trovarsi in alcuna delle condizioni per le quali é prevista l’esclusione dalla partecipazione alle gare di cui all’ 80 del D. Lgs. n. 50/2016 e successive modifiche e da qualsiasi altra disposizione legislativa e regolamentare;
n) di non essere incorso nell’ incapacità di contrattare con la Pubblica Amministrazione di cui all’art. 9 comma 2 lett. c) del decreto legislativo n. 231/2001 o in altra sanzione che comporta il divieto di contrarre con la Pubblica Amministrazione, compresi i provvedimenti interdittivi di cui all’art. n. 14 del decreto legislativo n. 81/2008;
o) di non essere incorso in cause di divieto, decadenza o sospensione previste dall’art. 67 del decreto legislativo n.159/2011 o di un tentativo di infiltrazione mafiosa di cui all’art. 84 comma 4 del medesimo decreto. Resta fermo quanto previsto dagli artt. 88, comma 4-bis e 92 commi 2 e 3, del decreto legislativo n. 159/2011, con riferimento rispettivamente alle comunicazioni antimafia e alle informazioni antimafia ;
p) di essere in regola in materia di contribuzione previdenziale, assicurativa e assistenziale;
q) di provvedere alla copertura assicurativa per la responsabilità civile per danni arrecati a terzi e/o al bene per l’intera durata del comodato;
r) di consentire al Comune di ispezionare o far ispezionare i locali in qualsiasi momento, previa informativa semplice;
s) di garantire al Comune la disponibilità dell’ immobile, ove necessario per l’adibizione dello stesso a seggio elettorale, durante tutto il periodo delle consultazioni elettorali e per eventuali altre iniziative programmate dal Settore Servizi Sociali che necessitino dell’uso dei locali.

4. MODALITA’ DI SCELTA DEL COMODATARIO .

Il Comune si riserva di procedere successivamente, previa valutazione comparativa delle proposte progettuali presentate, all’affidamento in comodato d’ uso gratuito dell’ immobile in oggetto, preferendo tra le eventuali diverse proposte quelle che meglio soddisfano i seguenti criteri :
– migliore aderenza alle esigenze specifiche del territorio, degli obiettivi da realizzare;
– individuazione chiara e coerente delle attività da realizzare e calendario annuale delle stesse ;
– caratteristiche, qualificazione ed esperienza del soggetto proponente, con particolare riguardo alla natura dello statuto dell’ associazione/ente e alla capacità di coordinare interventi integrati ad impatto sociale ;
– disponibilità ad assumere il comodato d’ uso gratuito anche in collaborazione con altre realtà associative già presenti sul territorio che dovessero candidarsi ed essere in regola con il possesso dei requisiti richiesti;

Al termine di ogni anno solare, assegnatario dovrà presentare al Comune un report riepilogativo sull’ andamento delle attività svolte e sugli obiettivi raggiunti ;

Il Comune si riserva di procedere alla valutazione anche nel caso di presentazione di una sola istanza di partecipazione .

5. AGGIUDICAZIONE

Il Comune procederà con apposito atto del Responsabile del servizio all’ aggiudicazione. Decorsi 30 giorni dalla sua approvazione e pubblicazione, il provvedimento sarà pienamente esecutivo e il soggetto primo classificato, sarà chiamato a stipulare il contratto avente ad oggetto il comodato d’ uso gratuito dell’immobile oggetto del presente avviso. In caso di rinuncia, si procederà interpellando il soggetto seguente in ordine di classificazione nella graduatoria.

6. DURATA

Il contratto di comodato gratuito avrà durata di 3 (tre) anni , con decorrenza dalla sottoscrizione dello stesso e dalla contestuale consegna dell’ immobile. Alla scadenza naturale del contratto, sarà possibile procedere al rinnovo per un massimo di ulteriori 3 ( tre ) anni con provvedimento espresso dall’Amministrazione comunale. Tale rinnovo é subordinato a valutazioni legate al buon esito delle attività svolte e alla corretta gestione dei locali.

In mancanza di rinnovo espresso, il bene immobile sarà restituito alla piena disponibilità del Comune, libero e sgombro da persone e cose , in buono stato manutentivo, senza necessità di preventivo atto di disdetta. Nessun indennizzo o rimborso, per alcuna ragione o motivo, verrà riconosciuto all’ atto della riconsegna.

Qualora alla scadenza, il Comodatario non provveda alla riconsegna dell’immobile libero e sgombero da persone e cose, esso sarà ritenuto unico responsabile di tutti i danni, diretti ed indiretti, arrecati al Comune in conseguenza del suo comportamento.

Il Comodatario ha la facoltà d recedere dal contratto di comodato con preavviso di mesi 3(tre) da comunicarsi per mezzo di posta elettronica certificata o lettera raccomandata con avviso di ricevimento.

7. CLAUSOLA DI SALVAGUARDIA

L’Amministrazione, si riserva la facoltà, a suo giudizio, di revocare, modificare, annullare il presente Avviso pubblico, prima della stipula del contratto d’uso gratuito, ove se ne ravvedesse la necessità, senza che per questo i concorrenti possano vantare dei diritti nei confronti del Comune.

La presentazione della domanda comporta l’ accettazione di tutto quanto previsto nel presente Avviso.

L’ Amministrazione ha inoltre la facoltà di revocare il comodato in qualsiasi momento, con preavviso di almeno 30 giorni per uno dei seguenti motivi:

1) necessità di utilizzo dell’ immobile da parte del Comune in modo continuo per sopravvenute esigenze di interesse istituzionale e/o pubblico, adeguatamente motivate;

2) perdita da parte del soggetto concessionario dei requisiti di accesso;

3) mancato o non regolare svolgimento delle attività contenute nel progetto presentato e che hanno motivato e giustificato la concessione del locale;

4) utilizzo dei locali o degli spazi per scopi difformi da quelli dichiarati e autorizzati ;

5) quando il comodatario già richiamato per iscritto dall’ Ufficio competente, prosegua nel cattivo uso della struttura, non provvedendo alla normale manutenzione e comunque recando grave pregiudizio alla corretta conservazione del patrimonio immobiliare del Comune ;

6) inadempimento degli oneri a carico del Comodatario.

8. CAUSE DI ESCLUSIONE

E’ causa di esclusione e non si darà luogo all’ ammissione alla procedura nel caso in cui :
– la domanda non sia firmata dal legale rappresentante del soggetto richiedente;
– il richiedente risulti soggetto non ammissibile ;
– non sono presenti gli allegati richiesti.

INFORMAZIONI

– Per eventuali informazioni e/o chiarimenti é possibile rivolgersi all’Ufficio ai seguenti recapiti: 0883/290610 – 0883/290607.

– email : sociosanitario@cert.comune.andria.bt.it

Il presente Avviso e schema di domanda sono affissi in data odierna all’ Albo Pretorio on line del Comune di Andria e sul sito istituzionale del Comune di Andria.

Con le stesse modalità di pubblicazione sarà resa nota agli interessati ogni eventuale rinvio di termini e la conclusione del procedimento.

I dati trattati saranno raccolti, ai sensi del Regolamento UE 679/2016 e s.m. i., esclusivamente nell’ ambito della gara regolata dal presente Avviso.

Andria, 04/11/2021

L’ASSESSORE ALLE POLITICHE SOCIALI
Ins. Addolorata CONVERSANO

Il DIRIGENTE DEL SETTORE
Avv. Ottavia MATERA

08-11-2021_avviso-pubblico

08-11-2021_det_03107_04-11-2021

08-11-2021_istanza

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" ne autorizzi il loro utilizzo.

Chiudi

Powered by themekiller.com anime4online.com animextoon.com apk4phone.com tengag.com moviekillers.com