Il Parco dell’Alta Murgia, di cui il Comune di  Andria fa parte, ha la sua condotta Slow Food. Su iniziativa del fiduciario Slow Food Condotta delle Murge, Nicola Curci, produttori, enti, associazioni e operatori del settore si sono riuniti ieri nella sede di Ruvo dell’Ente Parco per dar vita a una comunità che si occupi di tutelare le prerogative del buono, pulito, giusto, sano e sostenibile (fondamenti dell’azione di Slow Food) all’interno del territorio del Parco Nazionale dell’Alta Murgia.
“E’ un’idea assolutamente stimolante – ha affermato il presidente vicario dell’Ente, Cesareo Troia – e non possiamo esimerci dal sostenere idee che si occupano di sostenibilità. Il nostro ruolo è quello di accompagnare i processi che nascono dal basso, specie quelli in linea con le politiche già avviate dal Parco: stiamo lavorando al Paniere del Parco Nazionale dell’Alta Murgia, alla costituzione delle Cooperative di Comunità e del Biodistretto del Cibo.
Siamo convinti che i prodotti della nostra terra hanno bisogno di saper essere raccontati, riconosciuti e sostenuti. Abbiamo bisogno di una comunità che si muova in questa direzione.  La costituzione della Comunità Slow Food della Gente del Parco Nazionale dell’Alta Murgia può rappresentare quella spinta culturale capace di avviare il dialogo tra tutti gli attori del territorio sulle questioni prioritarie per il nostro futuro: il cibo e l’ambiente”.

 

Nella foto: i partecipanti alla iniziativa

 

 

Andria, 29.5.2019

 

 

 

Ufficio Stampa

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" ne autorizzi il loro utilizzo.

Chiudi

Powered by themekiller.com anime4online.com animextoon.com apk4phone.com tengag.com moviekillers.com