La Giunta Comunale ha approvato lo schema di protocollo con associazioni di patrocinio e assistenza fiscale con il quale sono state individuate le procedure, e le modalità operative da seguire per definire gli avvisi di accertamento Tasi, Tari e IMU 2015, emessi nelle settimane scorse.

Sottoscrivendo il protocollo le associazioni ed i soggetti di consulenza e di assistenza fiscale si impegnano, in nome e per conto dei contribuenti loro assistiti/patrocinati:

-ad accedere ai servizi forniti dal portale LINKMATE per la verifica della posizione e calcolo delle posizioni IMU, TASI e TARI;

-a calcolare gli importi dovuti inviando le segnalazioni delle eventuali modifiche per loro conto al fine dell’aggiornamento della posizione in banca dati, con successiva validazione da parte dell’Ufficio Tributi.

L’Ufficio Tributi rilascerà il codice di accesso al servizio per il singolo contribuente assistito previa apposita delega.

Il protocollo prevede che, per gli avvisi di accertamento relativi a meri errori formali (intestazione e/o classe catastale degli immobili, mancate registrazioni da parte dell’Ente di versamenti regolarmente effettuati, mancate trascrizioni di atti di vendita,) l’Ufficio Tributi, previa istanza in autotutela con annessa documentazione, provvederà all’annullamento dell’atto anche successivamente al decorso del termine fissato per la presentazione del ricorso.

Per gli avvisi di accertamento aventi ad oggetto il saldo di tributi locali, derivanti dall’applicazione delle aliquote maggiorate, l’Ufficio Tributi, previa istanza in autotutela con allegata ricevuta di pagamento della sola imposta a debito e delle spese di notifica, provvederà allo sgravio parziale dell’atto, limitatamente alle sole sanzioni ed interessi, anche successivamente al decorso del termine fissato per la presentazione del ricorso.

Il versamento dovrà riportare lo stesso codice identificativo, stabilito nell’F24 dell’avviso di accertamento, nel versamento parziale a mezzo F24 in autoliquidazione ricalcolato dai sottoscrittori e tutto questo vale anche nel caso di presentazione di reclamo-mediazione o di ricorso alla Commissione Tributaria.

Per gli atti aventi ad oggetto immobili per i quali i tributi locali risultano totalmente omessi, l’avviso di accertamento dovrà essere pagato nella sua interezza con interessi e sanzioni.

Il protocollo approvato dalla Giunta è il frutto delle soluzioni operative emerse al termine degli incontri, convocati dal Comune, e tenutisi con le associazioni più rappresentative dei dottori commercialisti ed esperti contabili, con i CAF ed i sindacati della città per risolvere “in modo omogeneo ed imparziale – si legge nella deliberazione della Giunta – le problematiche relative agli avvisi di accertamento attraverso rimedi amministrativi e di deflazione del contenzioso”.

“Il provvedimento -spiega l’assessore alla Trasparenza, dott. Giuseppe Tammaccaro – risponde all’esigenza di contenere i disagi per i contribuenti e per l’Ente derivanti dalla tardiva adozione delle aliquote e tariffe per l’anno 2015 da parte della amministrazione precedente e che l’attuale amministrazione ha ereditato, consentendo da un lato di evitare un inutile e dispendioso contenzioso e, per altro verso di accelerare, attraverso l’azione sinergica di Ente e professionisti, sindacati, Caf, l’entrata a regime della nuova procedura di gestione dei tributi locali, che rappresenta l’indispensabile presupposto per un’efficace ed equa attività di riscossione delle entrate del comune.

Di seguito:
testo protocollo
testo avviso pubblico di adesione
testo modello di autotutela

PROTOCOLLO DI INTESA tra COMUNE DI ANDRIA – UFFICIO TRIBUTI
avente ad oggetto: “Procedure e modalità operative per la definizione degli avvisi di accertamento anni d’imposta 2015 e per l’aggiornamento delle banche dati”.
e
soggetti ed associazioni vari, tra cui, :

[l’Associazione dei Ragionieri e Dottori Commercialisti di Andria, l’Unione Commercialisti ed Esperti Contabili Trani sede di Andria, l’ADC Associazione dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili Sindacato Nazionale Unitario – Andria, Barletta, Trani, ] [i CAF] [i Sindacati]

—ooOoo—

Il giorno …… del mese …. dell’anno ….. presso la Sala Consiliare del Palazzo di Città intervengono

l’Ufficio Tributi del Comune di Andria, (in seguito solo “Ufficio”) rappresentato dall’Assessore Comunale dott. Giuseppe Tammaccaro, dal Dirigente del Settore Programmazione Economico-finanziara, Dott.ssa Grazia Cialdella e dal Funzionario Responsabile dell’Ufficio Tributi dott. Domenico De Nigris, da un lato,

[l’Associazione dei Ragionieri e Dottori Commercialisti di Andria, nella persona del Presidente Dott. ……, l’Unione Commercialisti ed Esperti Contabili Trani sede di Andria, nella persona del Presidente Dott……. e L’ADC Associazione dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili Sindacato Nazionale Unitario – Andria, Barletta, Trani, nella persona del Presidente Dott. …….. (in seguito solo “Associazioni)] [i CAF, in persona dei loro rappresentanti p.t. (in seguito solo “CAF”)] [i Sindacati, in persona dei loro rappresentanti p.t. (in seguito solo “Sindacati”] dall’altro lato, i quali:

PREMESSO e CONSIDERATO CHE

nell’ambito della ordinaria attività di accertamento tributario, il Comune di Andria, per il tramite del competente Ufficio, ha emesso un numero consistente di avvisi di accertamento sul finire del 2020, aventi ad oggetto il mancato e/o parziale pagamento dei tributi locali quali IMU, TASI e TARI, relativi al periodo di imposta 2015;

dalla analisi di tali avvisi e dalle plurime segnalazioni pervenute sono emerse delle cospicue criticità costituite da numerosi errori rilevati sui dati del contribuente accertato, sul presupposto dell’obbligazione, come anche sull’aliquota applicata dal contribuente con riguardo alla annualità 2015;

le parti coinvolte ed intervenute hanno espresso la disponibilità ad individuare soluzioni operative condivise che permettano la risoluzione in modo omogeneo degli errori verificatisi negli accertamenti innanzi richiamati;

l’individuazione di tali soluzioni condivise rappresenta, per il Comune, l’occasione per l’incremento dell’efficienza dell’ente pubblico sul tema dell’aggiornamento delle banche dati in uso, per evitare un volumi consistenti di contenzioso, il tutto in ossequio ai principi della più ampia collaborazione tra le parti del rapporto tributario, previsti dalla normativa vigente, in primis il c.d. Statuto del contribuente;

le Associazioni intervenute, al fine di tutelare gli interessi dei propri assistiti e/o patrocinati oltreché per migliorare il servizio di assistenza fiscale assicurato al contribuente, intendono rendere disponibili le proprie competenze professionali in materia tributaria nella vicenda degli avvisi di accertamento in parola;

che in base all’art. 10 dello Statuto del contribuente (“Tutela dell’affidamento e della buona fede. Errori del contribuente”) i rapporti tra contribuente e amministrazione finanziaria sono e devono essere improntati al principio della collaborazione e della buona fede, anche nell’ipotesi di errori del contribuente, così come previsto dalla legislazione e dalla giurisprudenza tributaria di legittimità;

il Comune di Andria, oltre agli sportelli fisici, ha una propria sezione online sul proprio sito internet all’indirizzo www.comune.andria.bt.it per la gestione dei tributi IMU-TASI e TARI; tale sezione è accessibile selezionando sul sito anzidetto il link “LINK MATE”;

il servizio online consente ai cittadini la verifica della propria posizione IMU-TASI e TARI, il calcolo dell’IMU e della TASI se dovuta, la consultazione del proprio avviso TARI, eventuali accertamenti emessi, la stampa del modello F24 da utilizzare per il pagamento presso gli sportelli bancari o gli uffici postali;

con deliberazione di Giunta Comunale nr. del ……. è stato approvato lo schema del presente protocollo ed autorizzata la sua sottoscrizione;

tutto ciò premesso e considerato, le parti intervenute, come sopra rappresentate e per le finalità pure specificate nelle premesse

convengono

quanto di seguito:

le parti intervenute e sottoscriventi il presente Protocollo d’intesa, rispettivamente il Comune, quale ente impositore, e le Associazioni ed i soggetti di consulenza e di assistenza fiscale, in nome e per conto dei contribuenti loro assistiti/patrocinati, si impegnano ad uniformare la loro azione a quanto previsto nei successivi punti del presente Protocollo;

nel dettaglio e per le finalità del presente Protocollo, i Soggetti privati sottoscrittori, in sede di istruttoria delle singole posizioni dei loro assistiti/patrocinati, si impegnano, anche tramite i propri aderenti:

(a) ad accedere ai servizi forniti dal portale di verifica della posizione e calcolo per conto dei propri assistiti/patrocinati per le seguenti attività sui tributi locali:

– verifica della posizione IMU del contribuente (dati immobile e pagamenti); compilazione, raccolta, certificazione e trasmissione delle istanze riferite alla IMU (dichiarazioni, agevolazioni, etc,);

– verifica della posizione TASI del contribuente (dati immobile e pagamenti); compilazione, raccolta, certificazione e trasmissione delle istanze riferite alla TASI (dichiarazioni, agevolazioni, etc,);

– verifica della posizione TARI del contribuente (dati immobile e pagamenti); compilazione, raccolta, certificazione e trasmissione delle istanze riferite alla TARI (dichiarazioni, denunce, agevolazioni, etc,) con annesse dichiarazioni sostitutive uniche inerenti certificazioni e attestazioni che possono essere rese ai sensi del DPR 445/2000;

(b) a verificare la posizione dei propri assistiti/patrocinati, come riportata nella banca dati IMU-TASI e TARI del Comune, calcolando gli importi dovuti e inviando le segnalazioni delle eventuali modifiche per loro conto al fine dell’aggiornamento della posizione in banca dati, con successiva validazione da parte dell’Ufficio Tributi;

nel rispetto della massima riservatezza dei dati trattati, l’accesso al servizio da parte dei sottoscrittori del presente, è possibile tramite l’utilizzo del codice di accesso rilasciato dall’Ufficio; l’accesso al servizio per il singolo contribuente assistito potrà avvenire dietro sottoscrizione di apposita delega, da registrare anche online nel cassettino del portale o da inviare cumulativamente via pec all’indirizzo tributi@cert.comune.andria.bt.it; l’Ufficio verificherà online le deleghe per singolo consulente fiscale e/o quelle inviate cumulativamente in formato pdf in unico file allegato alla richiesta di attivazione inoltrata via pec.; è fatto obbligo ai soggetti sottoscrittori di comunicare immediatamente la revoca della delega di accesso da parte dei contribuenti, comunicazione che dovrà essere indirizzata direttamente all’Ufficio e sarà immediatamente operativa; è fatto inoltre obbligo, ai Soggetti sottoscrittori, di indicare puntualmente il proprio referente, responsabile delle attività di cui al presente Protocollo, comunicando i dati personali identificativi e relativa documentazione di identità;

il Comune, per le finalità del presente protocollo, si impegna a dare la massima assistenza ai consulenti fiscali nella gestione delle attivazioni delle procedure; attivare la formazione iniziale per l’avvio delle funzionalità della piattaforma; coordinare le modalità procedurali e applicative con riferimento ai tributi oggetto del presente protocollo per rendere omogeneo il modus operandi di tutti i Soggetti aderenti al presente atto; riservare uno sportello front office e un recapito telefonico dedicato ai Soggetti aderenti, con ricevimento su appuntamento; le modalità operative della erogazione dell’assistenza dell’Ufficio ai Soggetti aderenti saranno stabilite successivamente e comunicate per le vie brevi sulla base delle reciproche esigenze organizzative; pubblicizzare sul proprio sito istituzionale sedi ed orari dei Soggetti aderenti;

per le finalità del presente Protocollo, per gli avvisi di accertamento aventi ad oggetto meri errori formali su intestazione e/o classe catastale degli immobili, mancate registrazioni da parte dell’Ente di versamenti regolarmente effettuati, mancate trascrizioni di atti di vendita, ecc., previa istanza in autotutela con annessa documentazione attestante la regolarità della posizione, l’Ufficio Tributi provvederà all’annullamento dell’atto anche successivamente al decorso del termine fissato per la presentazione del ricorso, al fine di non generare ulteriori disagi ai contribuenti che hanno correttamente adempiuto;

per gli avvisi di accertamento aventi ad oggetto saldi di tributi locali(IMU-TASI), derivanti dall’applicazione delle aliquote maggiorate in base alle delibere del Consiglio Comunale n. 31, 32 e 34 del 31/08/2015 per il periodo successivo a tali delibere, in considerazione della situazione di incertezza applicativa delle norme in vigore al momento del pagamento dei tributi, rispetto a quanto previsto dall’art. 10 comma 3 della Legge 212/2000 – Statuto del Contribuente, l’Ufficio Tributi, previa istanza in autotutela con allegata ricevuta di pagamento della sola imposta a debito e delle spese di notifica, provvederà ad applicare le premialità di legge (sgravio parziale dell’atto, limitatamente alle sole sanzioni ed interessi); l’Ufficio Tributi provvederà allo sgravio parziale anche successivamente al decorrere del termine fissato per la presentazione del ricorso; il versamento dovrà riportare lo stesso codice identificativo, stabilito nell’F24 dell’avviso di accertamento, nel versamento parziale a mezzo F24 in autoliquidazione ricalcolato dai Soggetti sottoscrittori; quanto innanzi previsto troverà applicazione anche in caso di presentazione di reclamo-mediazione o di ricorso alla CTP;

l’Ufficio Tributi pubblicherà sul sito istituzionale del Comune il nuovo modello in autotutela che si allega al presente Protocollo per essere condiviso con i soggetti sottoscriventi, e che prevede le nuove casistiche innanzi previste;

per gli atti aventi ad oggetto immobili per i quali i tributi locali risultano totalmente omessi, l’avviso di accertamento dovrà essere pagato nella sua interezza con interessi e sanzioni;

i sottoscrittori del presente Protocollo, per le fattispecie in autotutela innanzi esposte, potranno richiedere l’abilitazione in qualità di intermediari per più contribuenti; l’abilitazione avverrà con istanza a mezzo PEC a tributi@cert.comune.andria.bt.it, con allegate le deleghe ed i documenti di identità dei delegati per i quali si intende operare;

i sottoscrittori del presente Protocollo, potranno operare nei confronti dell’Ufficio, in qualità di intermediari abilitati sia con proprie PEC – senza allegare più le rispettive deleghe ad ogni atto – a tributi@cert.comune.andria.bt.it, sia sul nuovo sportello telematico LINKMATE (https://www.comune.andria.bt.it/pagina-banner/); tuttavia sulla stessa piattaforma vi è la possibilità di accedere in qualità di intermediari abilitati e operare per conto del proprio assistito; l’operatività consiste nella consultazione dei dati del proprio assistito, nell’esame e valutazione della rettifica o integrazione dell’atto o dei dati, nella trasmissione di documentazione integrativa all’Ufficio, nella estrapolazione di dati o documenti relativi al proprio assistito; a tal fine i professionisti e gli aderenti ai Soggetti sottoscrittori dovranno previamente trasmettere a mezzo pec il presente protocollo sottoscritto con firma digitale, per accettazione, unitamente all’invio dell’elenco dei loro assistiti/patrocinati anche onde consentire al servizio competente di operare le opportune verifiche sulla indefettibile legittimazione dei soggetti;

le parti provvederanno al trattamento, alla diffusione ed alla comunicazione dei dati personali relativi al presente Protocollo nell’ambito del perseguimento dei propri fini istituzionali in attuazione del D. Lgs. n. 196/2003 e del Regolamento europeo 679/2016 GDPR «Codice in materia di protezione dei dati personali»; le parti si impegnano a trattare i dati personali unicamente per le finalità connesse all’esecuzione del presente Protocollo; i Soggetti aderenti sono tenuti a conservare le credenziali di accesso con la massima riservatezza e con la massima diligenza e saranno responsabili in via esclusiva di qualsiasi danno arrecato al Portale sui Tributi Online del Comune di Andria e/o a terzi, o della divulgazione di dati personali dei contribuenti assistiti in dipendenza della mancata osservanza di quanto sopra;

i soggetti aderenti si impegnano a notificare immediatamente e comunque per iscritto al Comune l’eventuale furto o perdita della password o dei dati contenuti nel portale e afferenti i propri assistiti; i Soggetti aderenti assumono la piena responsabilità circa l’esattezza e la veridicità della documentazione e delle informazioni immesse tramite il servizio, direttamente o per conto terzi, e assicurano che la documentazione trasmessa è nella loro legittima disponibilità, e non è contraria a norme imperative e non viola alcun diritto di terzi;

è comunque espressamente vietato utilizzare i servizi di cui al presente Protocollo per finalità diverse da quelle che sono alla base del presente protocollo; i Soggetti firmatari s’impegnano ad utilizzare le informazioni assunte e i documenti ottenuti per fini consentiti dalla legge, nel rispetto di quanto previsto dalla normativa vigente in materia di protezione dei dati personali; si impegnano, inoltre, a non consentire a soggetti diversi da quelli espressamente indicati nel presente Protocollo l’accesso al servizio sopra definito ed a non divulgare a terzi le informazioni trasmesse; in particolare, i Soggetti si impegnano ad utilizzare i servizi nel rispetto delle modalità di accesso di cui al presente Protocollo e ad adottare le misure organizzative, fisiche e logistiche di cui al decreto legislativo n. 196/2003 necessarie ad assicurare il corretto trattamento dei dati acquisiti in ragione del presente protocollo, rispondendo dell’operato dei propri dipendenti, incaricati e collaboratori; l’inosservanza degli obblighi sopraindicati determinerà, in relazione alla gravità dell’inadempimento stesso, la sospensione del collegamento telematico ovvero la disdetta del Protocollo; le parti provvederanno alla raccolta, trattamento, alla diffusione, alla comunicazione e conservazione dei dati personali relativi al presente Protocollo nell’ambito del perseguimento dei propri fini istituzionali in attuazione del D. Lgs. n. 196/2003 e del Regolamento europeo 679/2016 GDPR «Codice in materia di protezione dei dati personali»; inoltre le parti si impegnano a trattare i dati personali unicamente per le finalità connesse all’esecuzione del presente;

le parti che sottoscrivono il presente Protocollo si danno reciprocamente atto che i servizi di cui al presente sono resi senza oneri per il Comune di Andria e rispondono a finalità comuni e convergenti dei sottoscrittori.

Letto, approvato e sottoscritto
Andria,
Carta intestata soggetto sottoscrittore
Spett.le
Comune di Andria
Servizio Risorse Economiche
Via Bari, 75
tributi@cert.comune.andrai.bt.it

Oggetto: Protocollo d’Intesa denominato “Procedure e modalità operative per la definizione degli avvisi di accertamento anni d’imposta 2015 e per l’aggiornamento delle banche dati” per l’utilizzo della piattaforma “LINK MATE”

Il sottoscritto ( cognome e nome __________ ) nato a ____________________ il ____________ c.f. ________________ in qualità di ( legale rappresentante, direttore, ecc ___________________)

del ( CAF, OO.SS. Associazione, Studio) ________________________________________________

avente PIVA /CF ________________________________con sede legale in _____________________ Via ___________________n ° ___ telef _________________ mail __________________________ pec _________________________ cell ________

MANIFESTA

il proprio interesse alla sottoscrizione del protocollo di intesa in oggetto, approvato con delibera di Giunta Comunale n. del

A tal fine

DICHIARA *

________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

Allega alla presente

protocollo di intesa sottoscritto per accettazione

documento di identità

elenco dei codici fiscali dei propri assistiti/patrocinati

*documentazione da allegare / informazioni da rendere

per i CAF indicazione del numero di iscrizione all’Agenzia delle Entrate e delle autorizzazioni all’esercizio di attività di assistenza fiscale;

per i professionisti indicazione del numero di iscrizione all’ordine professionale di riferimento allegando copia del tesserino professionale;

per le Associazioni di categoria e di difesa dei diritti dei cittadini trasmissione della copia dell’Atto Costitutivo e dello Statuto depositato;

recapiti della/e sede/i operativa/e presente/i sul territorio comunale (indirizzo, telefono, fax, e-mail, pec);

indicare il nominativo del Referente incaricato per le comunicazioni inerenti il rapporto in oggetto, con i relativi recapiti (telefono, cell., e-mail)

AVVISO DI ADESIONE

al Protocollo d’Intesa tra il Comune di Andria e l’Associazione dei Ragionieri e Dottori Commercialisti di Andria, l’Unione Commercialisti ed Esperti Contabili Trani sede di Andria, e l’ADC Associazione dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili Sindacato Nazionale Unitario – Andria, Barletta, Trani, ] [i CAF] [i Sindacati], denominato “Procedure e modalità operative per la definizione degli avvisi di accertamento anni d’imposta 2015 e per l’aggiornamento delle banche dati” per l’utilizzo della piattaforma “LINK MATE”

Il Comune di Andria

rende noto, giusta delibera di Giunta Comunale n. __________ – che il Servizio Risorse Economiche – Tributi, intende avvalersi della collaborazione dei CAF e delle Associazioni di Categoria, delle Organizzazioni Sindacali, degli Ordini Professionali e dei Professionisti operanti sul territorio comunale, per l’utilizzo della piattaforma “LINK MATE“ e per la condivisione delle “Procedure e modalità operative per la definizione degli avvisi di accertamento anni d’imposta 2015 e per l’aggiornamento delle banche dati”sottoscrivendo apposito protocollo;

– l’Amministrazione, in attuazione ai principi di libera concorrenza, parità di trattamento e non discriminazione, intende dare ampia pubblicizzazione all’iniziativa, al fine di consentire a tutti i CAF e alle Associazioni di Categoria, alle Organizzazioni Sindacali, agli Ordini Professionali ed ai Professionisti che operano sul territorio comunale, di aderire alla convenzione;

I Soggetti di cui sopra dovranno avanzare richiesta, redatta su carta semplice, debitamente sottoscritta dal Legale Rappresentate, dichiarando sotto la propria responsabilità ai sensi e per gli effetti del D.P.R. 445/2000, quanto di seguito elencato:

1. Indicazione del soggetto e ragione sociale completa;

2. Codice fiscale e partita IVA;

3. per i CAF indicazione del numero di iscrizione all’Agenzia delle Entrate e delle autorizzazioni all’esercizio di attività di assistenza fiscale;

4. per i professionisti indicazione del numero di iscrizione all’ordine professionale di riferimento allegando copia del tesserino professionale;

5. Per le Associazioni di categoria e di difesa dei diritti dei cittadini trasmissione della copia dell’Atto Costitutivo e dello Statuto depositato;

6. Recapiti della/e sede/i operativa/e presente/i sul territorio comunale (indirizzo, telefono, fax, e-mail, pec);

7. Nominativo del Referente incaricato per le comunicazioni inerenti il rapporto in oggetto, con i relativi recapiti (telefono, cell., e-mail)

Le richieste dovranno essere indirizzate a: COMUNE DI ANDRIA – SERVIZIO RISORSE ECONOMICHE inviate all’indirizzo di posta certificata, tributi@cert.comune.andria.bt.it

Per ogni informazione in merito al presente Avviso il riferimento è il Funzionario Responsabile dott. Domenico de Nigris, indirizzo d.denigris@comune.andria.bt.it o visualizzare sull’albo pretorio del Comune di Andria, la bozza di protocollo allegato alla delibera di Giunta n. ______

L’Assessore dott. Giuseppe Tammaccaro

La Dirigente dott.ssa Grazia Cialdella

il Funzionario Responsabile

dott. Domenico de Nigris

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" ne autorizzi il loro utilizzo.

Chiudi

Powered by themekiller.com anime4online.com animextoon.com apk4phone.com tengag.com moviekillers.com