“La distanza che ci separa temporalmente dagli eventi del passato, a volte è alleata della comprensione.

Mettersi da una prospettiva di osservazione distanziata è una questione, molto spesso, di necessità, che tuttavia consente di esprimere un giudizio equilibrato sui tempi.

A 43 anni da un fatto che sconvolse il mondo, però, non c’è distanza che separi il destino di un buon amministratore dalla parabola di un Uomo del Sud che seppe portare sulle spalle il sogno di un cambiamento a cui non potette mai assistere personalmente.

Aldo Moro, per me e per tanti, rappresenta e rappresenterà proprio quello specchio in cui riflettere la coscienza: il riflesso dell’apertura, della sfida, della Speranza.

È per questo motivo che, personalmente, continuo a rivolgere lo sguardo a questo straordinario baluardo morale che è stato tra gli ultimi statisti a dare la vita per il Paese, in un momento in cui tutto sembrava perduto, nonostante la disperazione, indicando a tutti gli italiani la strada del cambiamento nonostante il dramma della prigionia.

Ed è il motivo per cui, ancora oggi, in tempi di barbarie e di smarrimento, la luce del Suo pensiero riecheggia in tutte quelle menti di buona volontà che hanno ancora sacro il senso delle Istituzioni e del dovere nei confronti del Paese”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" ne autorizzi il loro utilizzo.

Chiudi

Powered by themekiller.com anime4online.com animextoon.com apk4phone.com tengag.com moviekillers.com